15.6 C
Napoli
giovedì, 22 Febbraio 2024
  • Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain, una sfida eccitante

    Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain, una pietra miliare

    Già azienda leader nel garage equipment e nella telematica applicata alla gestione flotte, Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain per affermarsi nella mobilità elettrica. L’azienda parla di “un avanzato polo tecnologico dedicato alla mobilità del futuro” e in effetti l’investimento, a oggi, di più di 20 milioni di euro e l’estensione che supera i 24mila metri quadrati nel territorio di Monastier di Treviso, indicano una precisa volontà di entrare in un settore estremamente promettente. L’impianto produrrà evoluti inverter, VCU (Vehicle Control Unit) e motori elettrici di trazione ed è già previsto un ampliamento con la costruzione di un nuovo edificio su tre piani con superficie di 15.000 metri quadrati. L’ e-Powertrain è ben noto ai lettori di Inforicambi, dato che avevamo pubblicato un’intervista all’ingegner Giovanni Maria Gaviani nel corso di Autopromotec 2019. In quella sede il materiale informativo aveva lo slogan “il tuo motore, la tua diagnosi”, lasciando intendere una complementarità fra meccanica e software/strumenti di diagnosi molto interessanti per l’aftermarket indipendente.

    Notizia-bomba: Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain

    Bruno Vianello, Presidente di TEXA, ha ricordato che “già nel 2018 avevo deciso di investire in maniera significativa in ricerca e sviluppo per progettare e costruire in Italia sofisticati componenti per queste nuove vetture. Anche queste nostre soluzioni hanno incontrato i favori del mercato e abbiamo già firmato due accordi pluriennali con importanti case automobilistiche di livello mondiale. Sono estremamente orgoglioso di inaugurare questo nuovo impianto produttivo ma lo sono ancor di più per essere riuscito a rispettare l’idea, per me importantissima, di produzione ‘Made in Italy’”. Nel colloquio con l’ingegner Gaviani era in effetti già trapelata la possibilità di forniture destinate a supercar senza compromessi mentre lo schema a flusso assiale è stato confermato, anche perché poco coltivato dai produttori di massa.

    Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain con caratteristiche di altissimo livello

    L’edificio è stato costruito a settori di circa 1000 metri quadrati per ospitare clienti distinti in aree separate per la massima riservatezza: Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain pensando in grande! Sono già attive due camere bianche ISO 7 e 8 dotate di una evoluta tecnologia di filtrazione che permette di controllare costantemente la pressione atmosferica, l’umidità e la presenza di particelle inquinanti. Questi accorgimenti sono fondamentali per assicurare il corretto svolgimento dei delicati processi di assemblaggio e testing degli inverter e dei dispositivi elettronici connessi alla trazione elettrica. Presenti anche il reparto Automotive Engineering, per la progettazione dei nuovi impianti e delle linee di assemblaggio dei prodotti e-Powertrain. Ad esso si aggiunge il Laboratorio Prototipi e il Laboratorio Tecnologico, con quest’ultimo che analizza il particolato raccolto nel corso di studi e misura sui componenti. Non manca poi l’area Incoming Quality Inspection per la verifica qualitativa delle materie prime in ingresso. Lo stabilimento dell’e-Powertrain ha un gran numero di certificazioni di qualità, comprese quelle specifiche per l’automotive e quelle focalizzate sulla sicurezza informatica. Texa inaugura stabilimento dell’e-Powertrain pianificando l’impiego delle tecnologie più sofisticate: l’inverter attuale, raffreddato a liquido e particolarmente compatto, usa dispositivi di potenza IGBT. Già dall’anno prossimo si useranno i prestazionali MOSFET-SiC al carburo di Slicio mentre sono già previsti gli ancor più sofisticati componenti al nitruro di Gallio – GaN.

    A cura di Nicodemo Angì 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie