18.7 C
Napoli
sabato, 02 Dicembre 2023
  • Assoricambi, Manuale per il Ricambista di successo

    Assoricambi è il primo Consorzio d’Italia dedicato ai ricambisti.

    Conoscere, crescere e condividere, sono questi i valori guida che accompagnano il mondo di Assoricambi, gli stessi valori sono anche alla base del nuovo “Manuale per il ricambista di successo”. Si tratta della raccolta delle migliori Best Practices delle aziende associate in termini soprattutto di gestione, logistica e risorse umane. 

    La pubblicazione, presentata all’Hotel Enterprise di Milano, è un’opportunità, strutturata ed organica, che Assoricambi ha pensato per offrire spunti utili che nascono dall’osservazione pratica sul campo. Ma anche per dar vita ad un nuovo racconto del mondo dell’Aftermarket, settore in continua evoluzione, insieme ai suoi 112 ricambisti associati, alle oltre 1400 officine affiliate al programma Asso Service e alla collaudata rete di partners, che conta più di 70 fornitori tra componentisti, produttori e distributori. 

    Assoricambi, la finalità del Manuale

    Tutti i giorni ci chiediamo come poter essere di supporto ai nostri associati, che sono diversi per dimensioni ed aree geografiche – spiega Andrea Camurati, Presidente del Consorzio Assoricambi, rieletto a febbraio 2023 per il suo secondo mandato – il Manuale per il ricambista di successo vuole essere un facilitatore nella divulgazione di informazioni, strategie e aree di eccellenza”.

    “Due le finalità principali: da un lato fornire valori medi di riferimento per consentire ai nostri associati di avere parametri di confronto – continua – dall’altro analizzare Best Practices per aree funzionali, tra queste anche la gestione del personale, tematica sempre di maggiore importanza”.

    Il nuovo Manuale, che giunge proprio nel trentennale di Assoricambi, è un’implementazione sostanziale della prima edizione, pubblicata nel 2016. “Sette anni fa l’obiettivo era risollevare l’immagine un po’ decaduta del nostro Consorzio e rappresentava una filosofia, fondamentalmente commerciale, volta a fornire informazioni sulle migliori condizioni d’acquisto” afferma Giampiero Pizza, Direttore Generale del Consorzio Assoricambi.

    Questo nuovo Manuale, invece, è frutto della volontà di costruire un percorso perché, secondo noi, non chi semina, ma chi si prende cura, raccoglie – continua – il Consorzio Assoricambi punta sempre di più su programmi dedicati ai propri associati, come Asso Energy – “i più recenti Revo dedicati alla formazione manageriale, DriveAp e sull’innovazione dell’Aftermarket, tanto che stiamo lavorando ad un modello di identificazione dei ricambi attraverso l’intelligenza artificiale”.

    Assoricambi, le caratteristiche del Manuale per il Ricambista di successo

     La nuova pubblicazione dedicata al “Ricambista di successo” si basa su un’approfondita analisi delle Best Practices condotta tra il Dicembre 2022 e il Gennaio 2023.

    In una prima fase è stato somministrato ai nostri associati un lungo questionario, che ha avuto il 97% di redemption, per fotografare la situazione attuale e individuare i valori medi di un quadro di riferimento confrontabile con la propria realtà” spiega Antonio De Vitis, Ingegnere gestionale, consulente del Consorzio Assoricambi e curatore del Manuale

    Nella seconda fase, poi, abbiamo proceduto a visite e interviste on line in modo da entrare nel dettaglio delle singole Best Practices individuate, come ad esempio il Magazzino integrato per l’area acquisti, e descrivere un’azienda “ideale”, somma di tutte le migliori practices riscontrate” continua.

    Assoricambi, le prospettive del Manuale

     Il valore delle Best Practices non è soltanto legato alla divulgazione. “La condivisione, che si collega con il sentirsi appagati, ma anche con il coraggio di esporsi, suscita una serie di emotività” sostiene Enrica Vincenti Psicologa del lavoro, consulente del Consorzio Assoricambi e co-curatrice del Manuale per il ricambista di successo.

    Uno degli scopi principali di questa pubblicazione è essere di ispirazione per gli associati, nel senso di dare una prospettiva in più” continua. “La strada su cui si è ormai incamminato con decisione il Manuale di Assoricambi, che al 2022 dichiara 295 milioni di euro di fatturato aggregato in vendita, ha sicuramente la necessità di proseguire ed evolversi”.

    In una prossima edizione, magari fra due anni, sarà necessario trattare in maniera più approfondita tematiche ormai fondamentali come la responsabilità sociale d’impresa e la sostenibilità ambientale – annuncia Pizzail motto della festa dei 30 anni del Consorzio, celebrata a Napoli, è stato “Rewind & Future” e, anche in questa direzione, sin dai prossimi mesi lavoreremo, con un tour in più tappe, insieme alle officine affiliate per capire come possono diventare più competitive”. 

    Filippo Panza

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie