Lavoro ed Economia

Nuovi incentivi auto 2021: in arrivo altri fondi per le automobili, anche usate

Gli ecobonus si sono dimostrati in grado di sostenere le vendite in un anno difficile e quindi il progetto di rifinanziare i nuovi incentivi auto 2021 ha avuto ampi consensi.

Dagli operatori della filiera automotive, ad esempio Promotor che li invoca a gran voce, che vedono in essi un sostegno al comparto, agli automobilisti in attesa di sostituire automobili ormai in là con gli anni, tutti aspettano  rifinanziamento dei bonus. Stiamo parlando di emendamenti acclusi al decreto “Sostegni Bis”, attualmente in discussione alla Camera e quindi disponibili solo dopo che il decreto sarà stato convertito in legge dopo il via libera anche del Senato. Questo dovrebbe però avvenire a breve, entro il 25 luglio 2021. I nuovi incentivi auto 2021 potranno contare su una dotazione non molto pingue, circa 250 milioni di euro, ma è comunque un fatto positivio che questi bonus siano riproposti.

 

Ritornano le ‘fasce’ per i nuovi incentivi auto 2021

Lo stanziamento sarà suddiviso in varie fasce emissive: per gli autoveicoli nuovi ritornano le già conosciute 0 - 60 g di CO2/km e 61 - 135 g/km mentre quelli usati Euro 6 hanno un’unica fascia fino a 160 g/km. Questo limite permette di accedere a molti modelli usati, dalle citycar agli ingombranti SUV ibridi full e Plug-in. La previsione di finanziamento vede 50 milioni di euro per l’acquisto di una auto nuova con emissioni di CO2 fino a g/km: si tratta delle auto elettriche e delle ibride Plug-in. 100 milioni di euro andranno alle vetture con emissioni di CO2 fra 61 e 135 g/km: è una categoria affollata perché comprende molte auto convenzionali a benzina, diesel,a gas e ibride mild e full. I rimanenti 100 milioni di euro vanno alle auto usate Euro 6 con emissioni fino a 160 g/km, divise in 3 fasce. Ricordiamo che i 50 milioni di euro che rinforzano i fondi per le auto fino a 60 g/km (al 7 luglio erano rimasti circa 27 milioni) serviranno ad erogare i nuovi incentivi auto 2021 sia nell’evenienza della rottamazione di un veicolo sia senza usato da rottamare.

 

Cifre e regole per i nuovi incentivi auto 2021

Riguardo la fascia più affollata di vetture incentivabili, quella con emissioni fra 61e135 g/km di CO2, i 100 milioni indicati dalla bozza degli emendamenti al decreto sono erogati solamente rottamando una vettura usata con almeno dieci anni di età. Rispetto ai 250 milioni di euro erogati dalla legge di Bilancio 2021, questa cifra è molto inferiore e durerà pochi mesi, forse meno di 2. Per ottenere l’incentivo all’acquisto di un’auto usata Euro 6 occorre che l’acquirente sia una persona fisica e che si rottami una vettura con più di 10 anni di vita. Se il veicolo che si acquista emette meno di 60 g/km di CO2 il bonus sarà di 4.500 euro; da 61 a 90 g/km di CO2 sarà di 3.000 euro e 91 a 160 g/km di 2.500 euro. C’è l’ulteriore clausola che gli incentivi per l’usato devono valere meno del 40% del prezzo di vendita della vettura da acquistare. Per le auto nuove le cifre sono le stesse del precedente decreto e cioè: con emissioni minori di 20 g/km si avranno con rottamazione: 6.000 euro di Ecobonus statali, 2.000 euro di Ecoincentivi dello Stato e 2.000 euro + IVA di sconto concessionaria. Senza rottamazione si scende a 4.000, 1.000 e 1.000 euro (+IVA) di sconto concessionaria. Per automobili con emissioni fra 21 e 60 g/km avremo 6.500 euro totali con rottamazione e 3.500 euro totali senza rottamazione. Le automobili con emissioni comprese fra 61 e 135 g/km accederanno ai nuovi incentivi auto 2021 esclusivamente in caso di rottamazione e avranno diritto a 1.500 euro di Ecobonus statale e 2.000 euro + IVA come sconto concessionaria.

Nicodemo Angì

Commenta