23.3 C
Napoli
venerdì, 24 Maggio 2024
  • L’intelligenza artificiale influenzerà il mercato delle assicurazioni?

    IA - Mercato assicurazioni - DEKRA

    Si parla tanto di intelligenza artificiale e di big data, una “tecnologia” questa che è destinata a rivoluzionare il mondo della comunicazione, ma anche quello dell’automotive e del mercato delle assicurazioni.

    Società di Leasing, case automobilistiche ed esperti di flotte, ritengono che attraverso una mappatura dei luoghi ad alta concentrazione di sinistri, l’intelligenza artificiale consentirà di profilare le offerte delle compagnie ribaltando completamente il mercato delle assicurazioni.

    Secondo Massimiliano Caradonna, Senior Vice President DEKRA Group – Head of Sales & Marketing Region CEEME, l’Intelligenza Artificiale consentirà di allocare fisicamente consulenti e periti nelle aree individuate con l’obiettivo di reperire tutte le informazioni sensibili utili ad una gestione ottimale del rischio e/o danno. Il fine è quello di individuare in breve tempo le responsabilità e le dinamiche degli incidenti.

    Attualmente in Dekra sono presenti 100 periti dipendenti, una forza lavoro enorme che ha consentito di abbattere notevolmente il tasso di contenzioso, di contrastare le frodi e di individuare velocemente le responsabilità.

    Il perito assicurativo diventa così una figura sempre più tecnologica, un vero e proprio consulente che risponde alle esigenze del cliente.

    DEKRA e il mercato delle assicurazioni

    Caradonna nel corso dell’evento “Campo Largo… Insurtech” a Roma, ha anche anticipato l’interesse e la volontà della Dekra, di digitalizzare il modulo di constatazione amichevole di incidente. Il CAI diventerebbe così elettronico supportando ulteriormente le parti, perché gli interessanti potranno avere u arbitro indipendente che è il perito consulente.

    Interessante sarà anche l’utilizzo della telemetria. Sulle moderne autovetture è presente una o più centralino che raccolgono tutti i dati del veicolo, u flusso informatico che può essere gestito da DEKRA in tempo reale, mettendo a disposizione del perito un set di informazioni che consente una maggiore rapidità di esecuzione.

    Un ulteriore step, afferma Caradonna di DEKRA, sarà quella di integrare nelle informazioni raccolte anche quelle relative alle condizioni climatiche, di traffico e/o viabilità, ma anche difficoltà di trasporto urbano, un mix di dati che offrirà un panorama pressoché completo al perito assicurativo nel valutare responsabilità e ammontare del risarcimento.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie