Interviste

Un anno record per Suzuki Italia!

Un anno record per Suzuki Italia.

Dopo un 2020 difficile, complice la situazione pandemica e il conseguente lockdown, la filiale italiana della Casa di Hamamatsu ha conquistato un'importante quota di mercato in Italia.

Abbiamo intervistato Mirko Dall’Agnola, direttore Commerciale Suzuki Italia, ponendogli una serie di domande sul futuro dell’automotive e sugli obiettivi da raggiungere nel corso del 2022.

Un 2021 da incorniciare per Suzuki Italia, quali importanti traguardi avete raggiunto quest’anno?

Nel 2021 abbiamo raggiunto il nostro record di sempre come quota ed immatricolazioni. Quota al 2,7% e immatricolazioni oltre 39.000 unità. Nel complesso le vendite, considerando anche Jimny N1, hanno superato le 41.000 unità.

Pandemia, lockdown, crisi dei microchip, nonostante tutto siete tra i primi marchi automotive in Italia, il segreto del vostro successo qual è?

Una gamma tutta ibrida, che incontra la richiesta del mercato, e dei clienti, di vetture che consumino meno e che siano a basso impatto ecologico. Questo insieme all’unicità dei nostri prodotti 4x4, all’affidabilità delle nostre vetture e ad una copertura del territorio grazie ad una rete capillare di concessionari esperti e professionali.

Dopo un 2021 da record, quali gli obiettivi che vi ponete per l'anno appena iniziato?

L’obiettivo per il 2022 è di mantenere la nostra quota di mercato.

Avete da poco presentato la nuova S-Cross Hybrid, nel 2022 ci saranno altre novità?

Nel 2022 lanceremo la tecnologia Suzuki Hybrid 140 Volt in abbinamento al cambio automatico, sui nostri SUV di taglia media.

Marco Lasala 

Commenta