26.9 C
Napoli
sabato, 22 Giugno 2024
  • Automechanika Frankfurt: apre nuovi padiglioni per l’edizione 2024

    Automechanika Frankfurt 2024

    Automechanika Frankfurt apre nuovi padiglioni in vista dell’edizione 2024 e della forte domanda.

    Una grande richiesta quella che gli organizzatori di Automechanika Frankfurt hanno ricevuto con l’avvicinarsi dell’apertura della manifestazione, in programma dal 10 al 14 settembre 2024. I nuovi format favoriranno il networking su importanti temi quali l’economia circolare, i carburanti alternativi, sostenibilità, connettività, intelligenza artificiale nell’auto e per assistenza ed elettromobilità.

    Olaf Mubhoff, Direttore di Automechanika Frankfurt ha dichiarato che sono oltre 4.000 le aziende partecipanti provenienti da 80 Paesi, tra cui si registrano anche importanti ritorni di molti espositori dopo una lunga pausa. Tra questi, oltre ad aziende quali la Marelli Aftermarket, SKF, Sogefi e Trucktec, Spanesi, Airbest Industry, Cormach, OMCN, Rabolti e Rotar Marchinery Industrial, anche diversi produttori del settore dei rivestimenti come:

    • Axalta
    • BASF Coatings
    • PPG
    • 3M

    Dal 10 al 14 settembre, le aziende partecipanti ad Automechanika Frankfurt potranno presentare le loro innovazioni per il settore dei ricambi e dei componenti anche nel padiglione 2 (Festhalle) e nel padiglione 4.2.

    Adibiti al World of Asia i padiglioni 10.3 e 9.1, aree che tratteranno principalmente le innovazioni nei settori ricambi e componenti auto, diagnostica e riparazione.

    Ad Automechanika Frankfurt 2024 si parlerà della trasformazione dell’industria automobilistica

    Automechanika Frankfurt 2024

    Novità assoluta è la Sustainability Court nel padiglione 5, dove le case automobilistiche, fondatori e gli operatori dell’aftermarket automobilistico, presenteranno le loro soluzioni sostenibili.

    Nel Future Mobility Park, i visitatori potranno sperimentare da vicino e testare veicoli con sistemi di alimentazione alternativi.

    Nel padiglione 3 è in programma il forum “Innovation4Mobility” con gli esperti del settore dell’aftermarket e della mobilità sostenibile.

    Philippe Colpron, responsabile ZF Aftermarket, sostiene che occorre promuovere partnership innovative per affrontare l’evoluzione della mobilità di nuova generazione, caratterizzati dai megatrend CASES:

    • Connected
    • Autonomus
    • Shared
    • Electrified
    • Sustainable.

    La ZF si pone come obiettivi le Zero Emissioni, Zero Incidenti e Zero Tempi di Inattività per ogni chilometro percorso. Traguardi che possono essere raggiunti solo attraverso proficue collaborazioni con altri partner del settore.

    Automechanika Frankfurt 2024: le dichiarazioni degli espositori

    MAHLE è fortemente impegnata negli obiettivi dell’Accordo sul clima di Parigi. Offriamo prodotti sostenibili e innovativi nei tre settori strategici del futuro: elettrificazione, gestione termica e motori a combustione interna efficienti per accelerare la decarbonizzazione. MAHLE Aftermarket contribuisce costantemente al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità del Gruppo MAHLE e riduce l’impronta di carbonio delle flotte di veicoli commerciali grazie al suo portafoglio”, Philipp Grosse Kleimann, Membro del Consiglio di Amministrazione di MAHLE, Responsabile della business unit Aftermarket.

    Il futuro è caratterizzato dall’intelligenza artificiale che non possiamo ignorare. Stiamo quindi puntando sulla digitalizzazione come forza trainante per semplificare i processi interni e rendere le nostre strutture più snelle ed efficienti. Nei nostri lubrificanti ci affidiamo a esterni biodegradabili, che sono al tempo stesso sostenibili e potenti“, Konstantin Gaab, Amministratore Delegato di Sudheimer Car Technik-Vertriebs GmbH (MANNOL).

    Insieme ai nostri clienti, vogliamo dare forma al trasporto sostenibile del futuro e continuare a essere un forte innovatore nell’industria dei veicoli commerciali, sia nel primo equipaggiamento che nell’aftermarket. Ad Automechanika, con Cojali al nostro fianco, presenteremo per la prima volta la nostra visione di un ecosistema aftermarket olistico“,  Andreas Wimmer, membro del consiglio di amministrazione di Knorr-Bremse Systeme für Nutzfahrzeuge GmbH.

    Stiamo incorporando i cambiamenti tecnologici, ad esempio l’elettrificazione delle automobili, nelle nostre soluzioni software e offriamo un reale valore aggiunto ad esempio attraverso i dati telematici. Per noi l’innovazione essenziale sta nel collegare tutte le tecnologie e nell’utilizzare l’intelligenza artificiale per semplificare e accelerare i processi“, Helmut Eifert, Direttore Generale di DAT per le Innovazioni e l’Estero.

    In generale, riteniamo che le aziende siano sempre meglio posizionate nel processo di trasformazione. La straordinaria e volatile situazione di mercato degli ultimi anni ha portato a un ripensamento del settore. Con un nuovo concetto di sostenibilità, aiutiamo le imprese di riparazione a operare con profitto a lungo termine: con processi efficienti, prodotti a risparmio energetico e strumenti digitali, possono aumentare significativamente la loro redditività e allo stesso tempo dare un contributo a una maggiore sostenibilità“, Jochen Kleemann, Direttore PPG Germania, Vendite e Servizi GmbH.

    In Bosch, la sostenibilità è profondamente radicata nei nostri valori aziendali e non è diventata solo di recente parte del nostro business quotidiano. Da oltre 50 anni, Bosch Automotive Aftermarket offre prodotti circolari. Entro il 2030, il nostro business circolare nell’aftermarket con la rigenerazione, il riutilizzo, la riparazione e il riciclaggio sarà più che raddoppiato“, Peter Lukassen, Responsabile Sostenibilità Operativa di Bosch.

    I nostri clienti sono al centro della nostra attenzione e sono anche i motori del nostro processo di innovazione, che si basa sui pilastri della sostenibilità, del design, della funzionalità e della facilità d’uso. Insieme a loro, abbiamo realizzato un DNA di prodotto unico nel settore del lavaggio che soddisfa le esigenze dell’operatore e dell’utente finale“, Marko Maricic, Responsabile Vendite Internazionali, Otto Christ AG.

    L’industria automobilistica non è mai stata ferma, ma sta cambiando a un ritmo rapido ogni anno e noi stiamo al passo con questo cambiamento. I nostri strumenti sono sempre più leggeri e offriamo anche soluzioni software innovative. Il nostro obiettivo non è solo quello di adattarci ai materiali e ai processi di riparazione più recenti, ma anche di ispirare e motivare la nuova generazione di tecnici“, Jürgen Braun, Direttore Vendite/Tecnico DACH Celette.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie