32.1 C
Napoli
mercoledì, 19 Giugno 2024
  • Toyota e Mazda: sospesi dal mercato alcuni modelli

    Toyota Yaris Cross 2024

    Il mercato Giapponese delle auto è vittima di uno scandalo non indifferente. A seguito dei controlli effettuati dal ministero dei Trasporti del Governo del Giappone, infatti, sono emerse alcune irregolarità nelle richieste di certificazione di diversi modelli prodotti nel Paese, in particolare: Toyota e Mazda, ma anche Honda, Suzuki e Yamaha.

    Queste irregolarità si traducono in uno stop immediato alla produzione per i modelli coinvolti che appartengono ad alcuni dei principali produttori del mercato delle quattro ruote. Dopo la triste vicenda che aveva coinvolto il Marchio Daihatsu, l’indagine è stata estesa anche ad altri produttori nazionali, tra cui Toyota e Mazda e sotto i riflettori sono finiti diversi sistemi di assistenza alla guida di questi marchi con la conseguente sospensione della commercializzazione.

    Toyota, primo costruttore al mondo lo scorso anno, ha sospeso la commercializzazione di tre modelli:

    • Corolla Fielder
    • Corolla Axio
    • Yaris Cross.

    Secondo quanto riferito dalla Casa nipponica, però, non sussistendo violazioni “di leggi e regolamenti” le unità già prodotte possono continuare a essere utilizzate. Al momento, quindi, è solo la produzione dei nuovi modelli a subire uno stop.

    Ci sarebbero, inoltre, anche “errori nei crash test” che potrebbero aver alterato i risultati ottenuti dai veicoli coinvolti dal blocco. Toyota, principale azienda coinvolta dal provvedimento oltre che punto di riferimento assoluto del settore automotive nipponico, ha sottolineato che sono in corso anche indagini legate all’efficienza dei veicoli e, quindi, ai dati relativi alle emissioni in atmosfera.

    Sarà necessario attendere i prossimi giorni per avere un quadro più chiaro sulla situazione.

    Nel frattempo, le azioni di Toyota e di Mazda, le due Case più colpite dal provvedimento, sono in calo. Lo stop alla produzione comporterà un rallentamento delle consegne e potrà avere un effetto (soprattutto se questo stop sarà prolungato) sui risultati complessivi delle aziende.

    In particolare, per Toyota c’è il rischio di un impatto significativo sui risultati del trimestre oltre che sull’intero anno in corso, con la possibile perdita della leadership del mercato delle quattro ruote su scala globale.

    Al momento solo Nissan, tra i grandi brand giapponesi, sembra essere esente dalla tempesta.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie