13.3 C
Napoli
venerdì, 23 Febbraio 2024
  • Seat: 5 stelle nei test Euro NCAP per la Ibiza e Arona.

    Seat Ibiza e Seat Arona conquistano le 5 stelle nei test Euro NCAP. 

    A distanza di cinque anni dal primo raggiungimento di questo grandioso risultato, la nuova Seat Ibiza e Seat Arona risultano ancora una volta estremamente sicure. Un risultato che assume un rilievo ancora maggiora se consideriamo quanto in questi ultimi anni i test sulla sicurezza siano diventati più impegnativi e severi. 

    Se in passato veniva utilizzata per i test frontali una barriera deformabile oggi viene utilizzata una barriera mobile, ciò ha reso necessario una serie di accorgimenti da parte delle Case produttrici, sia per concerne i dispositivi di sicurezza attivi sia per quelli passivi. 

    A questo si aggiungono le prove aggiornate sugli impatti laterali che considerano anche velocità e potenza d’impatto della barriera sia sul lato conducente che su quello opposto. 

    Seat Ibiza e Seat Arona sono state aggiornate con una serie di modifiche che hanno riguardato anche la carrozzeria

    La struttura del frontale è stata adattata per l’urto frontale, rinforzata anche la struttura per aumentare la protezione dagli urti laterali, l’airbag passeggero è stato aggiornato, rendendo ora più sicuro l’abitacolo. I dispositivi presenti sui due modelli prodotti dal brand spagnolo hanno anche il fine di prevenire gli incidenti, gli ADAS svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione di possibili collisioni. 

    Sia Seat Ibiza che Arona ora integrano di serie la nuova tecnologia delle telecamere oltre alla tecnologia Lane Assist.

    Seat prosegue nell’impegno di sviluppare vetture che primeggiano durante i test Euro NCAP

    La nuova Ibiza ha ottenuto un alto punteggio in ciascuna delle aree sottoposte al test: passeggeri adulti 83%, passeggeri bambini 82%, utente vulnerabile della strada 66% e assistenti di sicurezza 70%.

    Anche la Arona ha ottenuto un elevato punteggio: passeggeri adulti 83%, passeggeri bambini 83%, utente vulnerabile della strada 65% e assistenti di sicurezza 70%.

    Marco Lasala

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie