Automotive

Maserati correrà nella Formula E nel 2023

Maserati ha annunciato che dal 2023 farà il suo debutto nel Campionato mondiale di Formula E.

La Casa del Tridente sarà così il primo marchio italiano a scendere in pista nella Formula E, una presenza che costituisce un ritorno alle origini perché le competizioni sportive sono insite nel DNA Maserati.

La strada intrapresa dalla Casa del Tridente è quella dell’elettrificazione, un obiettivo in linea con i principi dell’ABB FIA Formula E World Championship.

L’impegno già messo in campo con il “programma Folgore” ora subisce una nuova accelerazione e così tutta la gamma dalla Grecale alla GranTurismo, alla GranCabrio fino alla super sportiva Maserati MC20 saranno presto disponibili in varianti 100% full electric.

Maserati Gen3 pronta per la Formula E

E quale migliore occasione offerta dall’ABB FIA Formula E World Championship per abbinare tradizione sportiva e competitività della serie Folgore.

Il debutto avverrà nella nona edizione del Campionato con la Gen3, la monoposto di Formula E caratterizzata da una progettualità ed una tecnologia tale da renderla  l’auto da corsa più performante al mondo.

Le gare della Formula E si svolgono  sulle strade delle città più belle del mondo come Roma, Londra, Monaco, Berlino , New York ed altre, e queste competizioni da sempre hanno costituito il banco di prova per testare l’efficienza energetica delle vetture, aumentare l’autonomia delle batterie per portare poi nel mondo di ogni giorno tutta l‘esperienza acquisita.

Il primo debutto nel motorsport della Maserati risale a 96 anni fa

La prima auto da corsa con il logo del Tridente sul cofano fu la Tipo 26 che, guidata da Alfieri Maserati, prese parte alla Targa Florio del 1926 conquistando il primo posto nella classe fino a 1.5 litri.

Dopo 31 anni, nel 1957, una vettura del Tridente guidata da Juan Manuel Fangio vinse il Campionato Mondiale di F1.

L’ultima a partecipare ad un Gran Premio di F1 fu una 250F,  guidata da Maria Teresa De Filippis, la prima donna a qualificarsi per un Gran Premio.

In tempi più recenti, dal 2004 al 2010, è da segnalare la partecipazione al Campionato FIA GT.

Marco Lasala 

Commenta