Automotive

Lamborghini Countach ed LM 002

Lamborghini Countach e LM02 sono due vetture diametralmente opposti ma uniti da un particolare non trascurabile: il motore V12.

Un propulsore che per quasi 60 anni ha equipaggiato i modelli più iconici della Casa di Sant’Agata Bolognese e che uscirà di produzione alla fine di quest’anno quando verrà prodotta l’ultima Lamborghini Aventador Ultimae.

La LM 002 è meglio conosciuta come il primo fuoristrada ad altissime prestazioni, prodotto in 300 esemplari tra il 1986 ed il 1993, ancora oggi è ricercatissima dai collezionisti di tutto il mondo. “Countach” è una espressione dialettale piemontese e vuole significare quanto di straordinario viene visto in un certo momento e la LP 500 con il suo aspetto futuristico ed estremo sorprese un operatore della Carrozzeria Bertone che non riuscì a trattenere il suo stupore e così il termine “Countach” venne aggiunto al nome della vettura pochi giorni prima della sua presentazione ufficiale.

Lamborghini Countach: una idea car

La vettura inizialmente fu presentata presentata come “idea car”, per testare gli umori del mercato su quel V12 che nelle Lamborghini prodotte fino a quel momento era posizionato anteriormente ed ora invece veniva posizionato longitudinalmente posteriormente con un aumento anche della cubatura passata da quattro a circa 5 litri ed una potenza di 440 CV.

Fu un successo, tanto che prima della fine del Salone Ferruccio Lamborghini decise di iniziare la produzione.

Dalle indicazioni fornite dalla LP 500 nasce la LP 400 da 375 CV che entra in produzione nel 1973 per trasformarsi poi, dopo 152 esemplari prodotti, in LP 400 S che rimase esteticamente identica per i successivi 12 anni. Nel 1981 la vettura entra nell’immaginario collettivo per la sua partecipazione al film ”The Cannonball Run”.

Dopo 235 esemplari prodotti, nel 1982 la vettura cede lo scettro alla LP 5000 S, equipaggiata ancora con l’ormai mitico V12 portato però ad una cilindrata di 4754 cc. 

Marco Lasala 

Commenta