26.9 C
Napoli
sabato, 20 Luglio 2024
  • Frode IVA per mezzo milione di euro: 93 supercar coinvolte in Umbria

    Frode iva per mezzo milione di euro, i funzionari del Reparto antifrode dell’Ufficio Dogane di Perugia hanno accertato l’evasione di una società con sede legale in Calabria operante nel settore della vendita auto.

    Secondo il comunicato stampa diffuso dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, le verifiche condotte dall’Ufficio Dogane d Perugia hanno consentito di constatare che la società il cui legale rappresentante era nullatenente, non aveva una sede reale ed operava dal 2016 in completa evasione degli adempimenti iva e imposte dirette.

    Le auto coinvolte, soprattutto di marchi tedeschi, erano di grossa cilindrata acquistate in Germania e rivendute anche a un autosalone plurimarche del folignate, già in precedenza oggetto di indagine avviata sempre dalla Procura della Repubblica di Spoleto (2019).

    Frode iva: 93 supercar coinvolte in Umbria

    I funzionari ADM di Perugia hanno accertato l’evasione iva, per la sola ditta umbra:

    • 18 supercar nel 2018 per un valore di 572.955 euro
    • nel 2019 erano state accertate evasioni pari a 1.694.645 relativamente a 73 supercar
    • nel 2020 l’ammontare accertato era pari a 87.930 euro.

    L’accertamento tributario condotto nei confronti dell’azienda calabrese è una costola dell’indagine che ha interessato il concessionario folignate: l’analisi dei rischi e l’accesso alle banche dati di ADM ha consentito di risalire ad alcune società, tra cui quella odierna calabrese, che si interponevano nei vari passaggi per attuare la frode carosello.

    Le persone sottoposte a indagini preliminari si presumono innocenti sino a definitiva sentenza di condanna.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie