Ricambi auto

Truffe nei ricambi auto: arrestato un trentenne di Caserta

La serie delle truffe nei ricambi auto si ripete con il solito copioneLa serie delle truffe nei ricambi auto si ripete con il solito copione.

Registriamo l’ennesimo episodio della serie ‘ truffe nei ricambi auto’, che questa volta vede come imputato un un trentenne di Caserta. Il copione è molto simile a quello già visto in altri episodi di truffe nei ricambi auto: un ignaro acquirente acquista ricambi online, attirato da un prezzo conveniente. Il truffatore, dopo aver incassato qualche centinaio di euro, versati sotto forma di ricarica su una carta prepagata, di fatto non inviava la merce acquistata e si rendeva irreperibile. A questo punto il cittadino si rendeva conto di essere vittima di una delle tante struffe nei ricambi auto e sporgeva denuncia ai Carabinieri della Stazione di Bagnoli Irpino che, dopo gli opportuni accertamenti, hanno a loro volta denunciato un trentenne della provincia di Caserta, già noto alle Forze dell’Ordine. Per l’uomo è scattato così il deferimento in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di truffa.

 

Preveniamo le truffe nei ricambi auto

Questo è solo uno dei tanti episodi di attività truffaldine nel settore dei ricambi auto venduti online, una piaga al cui contenimento possono contribuire anche i cittadini. Si tratta infatti di una modalità già vista e che prevede lo smercio di ricambi auto a buon prezzo da parte di soggetti che non hanno un’attività consolidata, né sul Web né presso un negozio su strada. Non avevano sicuramente un negozio, online o ‘fisico’, i due uomini sorpresi in automobile con diversi pezzi smontati da un’auto rubata e anch’essi denunciati all’Autorità Giudiziaria. Rimangono sempre validi i consigli dei Carabinieri contro le truffe, comprese quelle nei ricambi auto. La principale è il diffidare di prezzi troppo convenienti, che spesso nascondono una truffa se non la provenienza illegale dei pezzi, rubati o contraffatti. È poi possibile valutare con attenzione la serietà e la credibilità del venditore, ad esempio tramite verifiche sul web e sui social network del venditore. In questo modo ci si può fare un’idea della professionalità, spesso assente, di colui che vende: anche questo è un antidoto alle truffe nei ricambi auto.

Nicodemo Angì

Commenta