Ricambi auto

La crescita del commercio online nel settore automotive

La crescita del commercio online nel settore automotive.

Gli ultimi due anni sono stati caratterizzati da una diffusione di tutte le attività e modalità di relazione che sfruttano i canali digitali, tra cui certamente l’eCommerce, che nel 2020 in Europa ha generato un valore delle vendite online pari a 757 miliardi di euro, con un aumento del +10% rispetto ai 690 miliardi di euro del 2019. Anche in Italia il commercio digitale ha subito una crescita senza precedenti: non solo è stata raggiunta la soglia di 28,5 milioni di consumatori online ma, secondo i dati dell’Osservatorio B2C del Politecnico di Milano, nel 2021 è stata registrato un aumento del 18% nell’eCommerce relativo all’acquisto di prodotti.

Automotive: quanto e come cresce il business del commercio online

È inoltre degno di nota come gli acquisti effettuati via web si siano radicati anche in categorie come l’automotive, tradizionalmente appannaggio del contesto fisico, anche sui marketplace come eBay, che oggi è tra le soluzioni preferite quando si tratta di acquistare prodotti e accessori per auto e moto. Abbiamo parlato con Giuseppe Romano, Director di eCommerce Parts, che con il suo negozio è su ebay dal 2013, per farci raccontare il suo punto di vista sulla crescita dell’eCommerce in questo settore.

 

Vi risulta un trend di crescita e un aumento nella vendita di articoli per auto e moto negli anni della pandemia?

Nel 2020 abbiamo avuto una crescita attestata intorno al 25%, inaspettata considerato il periodo. Nel 2021 in molti si aspettavano, o hanno avuto, una “decrescita” rispetto al 2020, c’è stata un’inversione di tendenza e una riduzione dei fatturati che in alcuni settori hanno toccato il 30%-40%. Ormai ci si confronta con il 2019, senza considerare il 2020. Noi stiamo viaggiando ad una crescita media del 43% rispetto al 2020, che è contro tendenza ed è frutto di impegno, di aggiornamento di catalogo, di strategie con listing nuovi verso i paesi europei e quindi di un impegno di tutto il nostro team, che conta 8 persone.

 

Com’è andato il vostro canale digitale nell’ultimo anno? E che prospettive vedete per l’eCommerce in futuro?

Nel 2022 continuiamo a puntare ad una crescita, adeguando i cataloghi verso nuovi mercati e introducendo linee di prodotto che altri non hanno, inventando così sempre qualcosa di nuovo. Ad esempio, noi siamo tra i pochi ad aver ideato un sistema con un algoritmo che crea i dischi e le pastiglie di tutte le vetture: mentre in genere i nostri competitor puntano esclusivamente sui prodotti fast moving, creando manualmente i kit dischi e pastiglie delle vetture piu vendute, noi lo facciamo su tutte le vetture in automatico, e questo da la possibilità di offrire un prodotto già finito e di distinguerci dagli altri. È stato uno dei nostri elementi di crescita, e lo stiamo applicando un po’ in tutte le linee di prodotto, che siano i dischi, le pastiglie, le linee di ammortizzatori o i filtri.

 

Quali sono i vantaggi di avere un eCommerce per il vostro settore?

Chi acquista da noi lo fa perché risparmia: invece di andare in officina dove il meccanico compra e poi rivende, il cliente finale aquista al prezzo del meccanico se non addirittura inferiore.

 

Che consigli darebbe a chi ha un’attività come la sua e vorrebbe aprire un eCommerce?

In generale direi di partire da un marketplace come eBay, perché con un eCommerce non avrebbe le stesse possibilità e visibilità. Quando si apre un canale con eBay si ottiene una visibilità che altrimenti sarebbe quasi impossibile avere, con personale che svolge questo lavoro, policy di protezione dell’acquisto e strumenti di ricerca.

 

Qual è secondo voi il punto di forza di eBay e che ruolo ha per voi?

Secondo noi il vantaggio principale di operare con eBay è che con un investimento minimo si può ottenere una visibilità incredibile, che attraverso un eCommerce diretto richiederebbe investimenti enormi. eBay per noi è primario e ci dà un supporto davvero importante, a 360 gradi.

 

 

Commenta