20 C
Napoli
martedì, 25 Giugno 2024
  • Goodyear con Here, la manutenzione predittiva degli pneumatici è più vicina

    Goodyear con Here, la manutenzione predittiva degli pneumatici è più vicinaGoodyear con Here per la manutenzione predittiva degli pneumatici

    Un trasportatore può dover gestire un centinaio di coperture anche con pochi camion: l’accordo di Goodyear con Here rende più facile implementare la manutenzione predittiva degli pneumatici. L’automotive cambia velocemente e, grazie alla telematica e al digitale, propone servizi sempre più flessibili e impensabili non molto tempo fa. È questo il caso dell’alleanza di Goodyear con Here, finalizzata alla manutenzione predittiva degli pneumatici usati dai veicoli delle flotte. Here Technologies, primario fornitore di servizi di navigazione e geolocalizzazione, nasce dal produttore di cartografia elettronica Navteq ed è oggi controllata da Audi, Mercedes, BMW e Intel; altri azionisti sono Continental e Pioneer. Goodyear non ha bisogno di presentazioni ma va citata la sua volontà di fornire ai gestori delle flotte non solo pneumatici ma anche servizi evoluti. Fra questi la manutenzione predittiva, data in ascesa fino al 2030.

     

    I termini dell’accordo di Goodyear con Here per la manutenzione predittiva

    L’accordo fra le aziende prevede che i servizi di localizzazione di Here saranno integrati nella soluzione di gestione flotta Goodyear Total Mobility, che già comprende elementi di manutenzione predittiva. A seguito di questo accordo la soluzione combinerà i dati generati dal sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) di Goodyear con i servizi di localizzazione Here. Goodyear sostiene che la sua gestione dei dati TPMS, grazie ad algoritmi predittivi, permette alle flotte di evitare fino al 90% dei guasti agli pneumatici. L’integrazione con i servizi di localizzazione HERE consentirà agli operatori delle flotte e ai fornitori di servizi Goodyear di localizzare con precisione un veicolo che necessita di servizi o assistenza stradale e dirigerlo verso il punto manutenzione più vicino. Notiamo che la manutenzione predittiva è molto promettente ed è stato uno dei temi di Automechanika Francoforte Digital Plus 2021.

     

    Goodyear con Here anche nelle app per gli smartphone: la manutenzione predittiva a portata di click

    Dato che nel 3° millennio gli smartphone sono imprescindibili non ci stupiamo di sapere che Goodyear ha utilizzato l’SDK di Here, quel Software Development Kit che ha permesso di creare una app dedicata agli autisti. Questo SDK permette di accedere ai molti servizi di Here, quali la navigazione, le informazioni su traffico e viabilità insieme alle funzioni di gestione della flotta. L'SDK Here dà accesso a mappe vettoriali in oltre 190 paesi e in 60 lingue; i dati che le compongono sono ottimizzati per ridurre al minimo i tempi del download e del ridimensionamento. Esistono varie regolazioni, ad esempio peri i colori e l’aspetto delle icone, e le funzioni di mappatura, percorso e ricerca dell'SDK Here tengono conto dell’ingombro degli autocarri e visualizzano normative e punti di interesse specifici.

     

    Per creare sinergie nella manutenzione predittiva

    Il potenziamento dei servizi creato dall’accordo di Goodyear con Here è evidenziato da Grégory Boucharlat, Vice President Commercial Europe di Goodyear: “La tecnologia Here sta portando valore aggiunto ai clienti di Total Mobility. Nella gestione delle flotte è importante riuscire a localizzare velocemente un veicolo per ridurre al minimo i tempi di fermo. Lavorare con HERE ci consente di offrire soluzioni che portano a risultati efficaci e sostenibili". Anche Gino Ferru, Direttore Generale EMEAR e Senior Vice President di Here Technologies, è positivo: “Siamo orgogliosi di lavorare con un affermato produttore di pneumatici e fornitore di servizi di mobilità. Integrando i nostri servizi di localizzazione e analisi dei dati nelle soluzioni Goodyear contribuiamo a costruire un mondo più sicuro, efficiente e pulito". In effetti Goodyear è ben presente nei nuovi temi della mobilità, fatta di digitalizzazione e telematica, e il recente accordo con ZF, a sua volta impegnata in queste evoluzioni, ne è l’ennesima dimostrazione.

     

    Nicodemo Angì

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie