Ricambi auto

Che controlli fare prima dell’estate alla nostra auto?

Che controlli da fare prima dell’estate alla nostra automobile?Che controlli da fare prima dell’estate alla nostra automobile?

La bella stagione è in arrivo e potrebbe essere un po’ più libera rispetto a quella del 2020: è quindi ora di pensare ai controlli da fare prima dell’estate, per viaggiare comodi e sicuri. Sappiamo bene che le temperature estreme, basse o alte che siano, impegnano molto l’automobile e l’estate non fa eccezione, anzi! La temperatura elevata stressa di più il sistema di raffreddamento del motore, il climatizzatore, gli pneumatici e anche l’esterno della vettura, vernice e parti in plastica comprese. Avevamo già visto qualche controllo da fare in vista della primavera e ora è arrivato il momento di focalizzarli sulla stagione più calda.

 

Quali sono i controlli da fare prima dell’estate?

Il sistema di raffreddamento dovrebbe ricevere molta attenzione, a partire dal liquido. Controlliamo quindi il livello e pensiamo alla sostituzione: se manca poco è il caso di anticiparla. Il cambio diventa urgente se il liquido appare torbido e rugginoso, sintomo del fatto che ha perso le sue proprietà antiossidanti. Occorre controllare il buon funzionamento del termostato e della ventola: anche se si è fermi nel traffico sotto il sole la temperatura non deve raggiungere livelli eccessivi. Fra i controlli da fare prima dell’estate includiamo tubi e manicotti dell’impianto di raffreddamento e si può anche asportare lo sporco dal radiatore con un getto d’acqua diretto dal vano motore verso la mascherina, ossia in senso contrario al flusso dell’aria durante il movimento. Anche i freni vanno controllati, ispezionando i tubi flessibili, il livello del fluido e lo spessore del materiale d’attrito e dei dischi.

 

Le gomme e i filtri fra i controlli da fare prima dell’estate

Gli pneumatici devono essere gonfiati alla pressione giusta e avere almeno 1,6 mm di spessore del battistrada. Fianchi e battistrada non devono presentare tagli o rigonfiamenti ed è da ricordare che il 15 maggio scade il termine massimo per la sostituzione delle gomme invernali. Le temperature estive, unite a un veicolo molto carico, sono impegnative per gli pneumatici, specie se con molti km sulle spalle: se le nostre gomme sono vecchie è meglio cambiarle prima dell’estate. Quanti km ha l’olio, il suo livello è corretto, il filtro è stato cambiato al chilometraggio previsto? Queste domande, sempre valide, equivalgono ad altrettanti controlli da fare prima dell’estate. Parlando di filtri, ricordiamo di verificare anche quello antipolline, insieme al complesso del climatizzatore: l’estate li fa lavorare molto.

 

Controlli da fare prima dell’estate, anche elettrici

Il caldo mette a dura prova la batteria e l’alternatore, che vanno quindi controllati: l’autoscarica infatti aumenta e il climatizzatore, quasi sempre acceso, assorbe molto. L’elettrauto potrà testare affidabilmente questi componenti La stagione estiva porta con sé un grande aumento dell’insolazione, cosa che mette poi a dura prova le parti in gomma: pneumatici in primo luogo ma anche tergicristalli e guarnizioni. Le spazzole del tergi si possono cambiare facilmente mentre si possono proteggere le guarnizioni con prodotti specifici. Il sole è nemico anche degli interni: predisponiamo quindi parasole e simili che contrastano le altissime temperature – si parla di 60/80 gradi – raggiunte dall’abitacolo di un’automobile ferma sotto il sole. Un’ultima precauzione: evitate di riempire fino all’orlo il serbatoio del carburante: le alte temperature farebbero dilatare il liquido, con il rischio di un pericoloso spandimento all’esterno.

 

Nicodemo Angì

Commenta