26.9 C
Napoli
sabato, 22 Giugno 2024
  • Ammortizzatori dell’auto: quanto costano e quando sostiturli

    Ammortizzatori Auto: Prezzi e Caratteristiche

    Vi sono una serie di segnali comuni che indicano la necessità di cambiare ammortizzatori e sono: rumori che riconducono a scoppiettii o scricchiolii durante la guida; vibrazioni anomale, difficoltà a controllare il veicolo in curva, ruote che si inclinano più del previsto, gomme che si consumano più velocemente e sospensioni che si abbassano più del previsto
    In tutto o uno di questi casi, è possibile che gli ammortizzatori siano usurati e necessitino di un cambio.

    La sostituzione ammortizzatori auto rientra nelle manutenzioni non ordinarie, ma va considerata alla pari di qualsiasi altra verifica volta a garantire la sicurezza stradale.
    Soprattutto se si pensa che tra i rischi vi possono essere anche possibilità di ribaltamento in curva, aumento dei tempi di reazione, maggior difficoltà nell’accostare, maggiore usura dei freni, oltre ad aumentare i consumi di carburante. 

    E allora esistono due tipi principali di ammortizzatori: quelli a gas e quelli ad olio. Entrambi sono progettati per assorbire le sollecitazioni meccaniche prodotte dalle imperfezioni della strada, ma si differenziano in termini di costo, durata e prestazioni.

    Quanto costano gli ammortizzatori d’auto

    Gli ammortizzatori a gas sono progettati per offrire un’eccellente qualità di guida. Sono più costosi degli ammortizzatori ad olio, ma offrono una migliore resistenza alle sollecitazioni meccaniche, assicurando una maggiore durata e prestazioni costanti.

    Gli ammortizzatori ad olio sono meno costosi e più semplici da installare rispetto a quelli a gas. Offrono una guida confortevole, ma le loro prestazioni possono variare a seconda delle condizioni di guida. Sono adatti a quelle auto che non devono sottoporsi a sollecitazioni meccaniche intense.

    Inoltre, vi sono gli ammortizzatori Monotubo e Bitubo.

    Entrambi progettati per assorbire le sollecitazioni meccaniche, ma si differenziano in termini di costo, durata e prestazioni. Gli ammortizzatori monotubo sono più economici e più semplici da installare rispetto ai bitubo. Offrono un’eccellente qualità di guida, ma la loro durata è inferiore rispetto a quella degli ammortizzatori bitubo. 

    Gli ammortizzatori bitubo sono più costosi, ma offrono una maggiore rigidità e durata. Sono ideali per veicoli che devono sottoporsi a sollecitazioni meccaniche intense, come le auto sportive.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie