18.7 C
Napoli
sabato, 02 Dicembre 2023
  • Puleggia alternatore danneggiata, come capirlo e cosa fare

    Puleggia alternatore danneggiata

    Conseguenze della puleggia alternatore danneggiata

    La ricarica della batteria è deficitaria e si sentono rumori strani? È il caso di pensare alla puleggia alternatore danneggiata. Sappiamo bene come l’alternatore sia essenziale per il funzionamento dell’automobile: una fonte affidabile di tensione continua a 12 volt è essenziale per il funzionamento di tutti i sistemi di bordo, dal semplice tergicristallo ai sofisticati ADAS. La batteria accumula energia e la rende disponibile per avviare il motore ma a regimi normali è l’alternatore che sostiene l’impianto elettrico e ricarica la batteria. Ricordiamo che per ottimizzare i consumi esistono anche soluzioni che fanno erogare energia all’alternatore in rilascio e frenata, condizioni nelle quali è l’inerzia del veicolo e non la potenza del motore a trascinare il generatore. Dato che il componente viene fatto ruotare da una cinghia flessibile la puleggia alternatore danneggiata inficia l’alimentazione elettrica del veicolo perché l’alternatore non gira come dovrebbe.

    Accorgersi della puleggia alternatore danneggiata

    L’alternatore deve girare velocemente per produrre l’energia necessaria e quindi la puleggia che lo aziona è più piccola rispetto a quella dell’albero motore: regimi di 8/9.000 giri sono normali e questo rende l’idea delle sollecitazioni alle quali è sottoposto il componente e la sua puleggia. Per salvaguardare l’alternatore si usano spesso pulegge con ruota libera o con frizione che trasmettono solo in un verso la coppia o ne filtrano le variazioni repentine. Improvvisi cambi di regime del motore arrivano quindi molto attenuati all’alternatore. Questo meccanismo si può consumare e corrodere, arrivando quindi alla puleggia alternatore danneggiata. Il suo peggior nemico è la ruggine: anche se l’insieme è protetto l’acqua e agenti esterni possono infiltrarsi danneggiando irreparabilmente il meccanismo. I sintomi di una puleggia alternatore danneggiata sono rumori di “trascinamento” simili a quelli dei cuscinetti usurati, ronzii e sbattimenti provenienti dalle cinghie.

    Cosa fare in caso di puleggia alternatore danneggiata

    Nel caso si odano questi rumori occorre prendere provvedimenti rapidamente: una puleggia alternatore danneggiata sollecita non solo l’alternatore stesso ma anche tutto il sistema costituito dalla cinghia Poly-V, le pulegge tendicinghia, i galoppini e gli altri utilizzatori quali la pompa del servosterzo e il compressore del condizionatore. È persino possibile vedere la cinghia vibrare e “sfarfallare” vistosamente. Se si sente il rumore stridente della cinghia che slitta allora la situazione può essere già compromessa mentre le pulegge con frizione danneggiate sono generalmente meno rumorose. La spia dell’alternatore accesa fissa indica che è già successo qualcosa e occorre rivolgersi a un professionista che valuterà il da farsi, cercando di capire se si tratta di un puleggia alternatore danneggiata, un cuscinetto indurito o altro ancora, compresa una cinghia in cattivo stato.

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie