23.9 C
Napoli
domenica, 14 Luglio 2024
  • Hyundai Pony Coupé Concept

    Hyundai Pony Coupé Concept è una fedele riproduzione del modello che ha debuttato quasi 50 anni fa al Salone dell’Auto di Torino del 1974.

    È stata presentata sul Lago di Como in occasione dell’evento “Hyundai Reunion” che funge da punto di incontro tra il passato e la visione del futuro ed il prossimo 20 maggio sarà al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, Hyundai Pony Coupè è stata fedelmente ricostruita dal suo designer, Giorgetto Giugiaro e da suo figlio Fabrizio resso il GFG Style, centro che si avvale della loro esperienza creativa.

    Pony Coupè Concept è un pilastro fondamentale del DNA di Hyundai

    È considerato un classico retrò, base d’ispirazione dei più recenti modelli della Casa coreana. Questo lavoro di recupero e ricostruzione è la testimonianza dello spirito e della passione che ha permesso la creazione di un brand globale,partendo proprio dalla Pony Coupé Concept.

    Chung Eui-sun, Presidente di Hyundai Motor Group, ha dichiarato: “Nonostante un tessuto industriale poco favorevole negli anni Settanta, mio nonno, il Presidente e fondatore di Hyundai, Ju-young Chung, ha dedicato tutto sé stesso alla ricostruzione dell’economia coreana e al miglioramento della vita della popolazione dopo la devastante guerra di Corea. Alla fine, ha realizzato la sua visione di rendere la Corea un Paese in grado di sviluppare i propri veicoli a regola d’arte . Esprimo la mia sincera gratitudine a tutti coloro che, sia in Italia che in Corea, hanno svolto un ruolo fondamentale per il successo del Pony”.

    Il Concept presenta una linea del tetto slanciata, superfici pulite ed un montante “B” dalla forma particolare. Già il suo frontale nel 1974 dalle linee cuneiformi ed i gruppi ottici circolari contraddistingueva la vettura da tutte le altre, ed ancora oggi ha un aspetto inimitabile. Posteriormente la coda è tronca con un piccolo portellone per l’accesso alla vettura.

    L’abitacolo è minimalista, con il volante ad una razza ed i sedili bicolori, riprendendo gli stilemi di ciò che negli anni ’70 era considerata una estetica futuristica.

    Luc Donckerwolke, Chief Creative Officer di Hyundai Motor Group, ha aggiunto: “La ricostruzione di questo veicolo unico è un momento importante nella storia di Hyundai. Racconta i nostri inizi e il nostro impegno per il futuro. È un’eredità per le generazioni a venire. Simboleggia idealmente il testimone che lega passato e futuro dell’azienda”.

    Marco Lasala

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie