Lavoro ed Economia

Nuovi incentivi auto 2021: ecco altri 100 milioni

Nuovi incentivi auto 2021, arrivano altri 100 milioniNuovi incentivi auto 2021, azione a sorpresa del Governo.

Dopo le voci che escludevano, per questa fine d’anno, ulteriori agevolazioni per l’acquisto di veicoli a basse emissioni ecco arrivare un sostanzioso rifinanziamento: i nuovi incentivi auto 2021 disporranno di 100 milioni di euro. Torniamo un attimo indietro, al 13 ottobre: durante un importante incontro al Ministero per lo Sviluppo economico il Viceministro Pichetto Fratin ha promesso alla filiera automotive italiana 3 miliardi di euro per interventi di sostegno al settore nei prossimi 3 anni, a partire quindi dal 2022. Notiamo che al tavolo di confronto sono state sollevate questioni quali la rimozione degli intoppi che rendono difficoltosa l’installazione delle colonnine di ricarica in autostrada e il come rendere strutturali queste misure, per evitare l’effetto ‘tira e molla’ dato dalla positività all’annuncio degli incentivi e dal brusco stop che segue all’esaurimento dei fondi.

 

Nuovi incentivi auto 2021 in nome della chiarezza

Si è quindi voluto evitare, in questa fine d’anno già difficile (le immatricolazioni sono scese persino rispetto al 2020, complice la scarsità dei circuiti integrati che ha anche rivitalizzato l’usato), un probabile ‘congelamento’ del mercato causata dalle aspettative di agevolazioni per l’anno prossimo. Ecco quindi, dopo un breve lasso di tempo, l’annuncio che il Governo ha rifinanziato l’ecobonus per il 2021 con 100 milioni di euro, inseriti nel Decreto Legge Fiscale. I fondi di questi nuovi incentivi auto 2021 saranno suddivisi in modo da spingere molto le auto a basse emissioni locali: 65 sono infatti i milioni destinati all’acquisto di vetture elettriche e ibride plug-in, ovvero quelle di categoria M1 che emettono fra 0 e 60 g/km di CO2. Le autovetture di classe M1 con emissioni di CO2 comprese nella fascia 61-135 g/km, che sono moltissimi modelli, anche non ibridi, avranno a disposizione 10 milioni di euro. Altri 20 milioni di euro dei nuovi incentivi auto 2021 andranno a sostenere l’acquisto o il leasing di veicoli commerciali nuovi di fabbrica di categoria N1 o autoveicoli speciali di categoria M1; notiamo che la maggior parte dei fondi – 15 milioni – sono destinati agli M1 e N1 a trazione elettrica. I rimanenti 5 milioni di euro sono rivolti all’acquisto di automobili usate Euro 6 o superiori con emissioni di CO2 fino a 160 g/km.

 

Uno schema collaudato per i nuovi incentivi auto 2021

Lo scaglionamento di questi incentivi in base alle emissioni del veicolo è rimasto quello già conosciuto. La classe emissiva fino a 20 g/km di CO2 (sono solo le auto elettriche) avrà uno sconto sul prezzo d’acquisto di 8.000 euro, dei quali 6.000 erogati dallo Stato e 2.000 dalla concessionaria; in assenza di un veicolo da rottamare il contributo scende a 5.000 euro, dei quali 4.000 statali e 1.000 di sconto (è il minimo) erogato dal concessionario. Da 21 a 60 g/km con rottamazione l’entità dei nuovi incentivi auto 2021 scende a 4.500 euro (2.500 di fondi statali + 2.000 di sconto concessionario) mentre in assenza di veicolo da rottamare c’è un’ulteriore decurtazione che porta il contributo a 2.500 euro, dei quali 1.500 di fondi statali. L’ultima fascia emissiva ammessa ai bonus per i veicoli nuovi è quella fra 61 e 135 g/km, che godono di 1.500 euro ma solo se si rottama un veicolo. l bonus per l’usato, come detto prima non inferiore a Euro 6, sono riservati ad automobili con un prezzo medio di mercato fino a 25.000 euro e con emissioni di CO2  comprese tra 0-160 g/km. L’incentivo è riconosciuto solo a fronte di rottamazione e il suo importo è di 2.000 euro per emissioni fino a 0-60 g/km di CO2, 1.000 euro per la fascia 61-90 g/km mentre le auto usate che emettono fra 91 e 160 g/km avranno 750 euro. Ricordiamo poi che le auto nuove che emettono fino a 60 g/km di CO2 possono avere un prezzo fino a 50.000 euro IVA esclusa, limite che scende a 40.000 euro per quelle nella fascia 61 – 135 g/km. Per godere dei nuovi incentivi auto 2021 il veicolo da rottamare, sempre vettura di classe M1, dev’essere con classe di emissioni Euro 4 o precedente, immatricolato prima del 1°gennaio 2011 e di proprietà del richiedente (o di un familiare convivente) da almeno 12 mesi se si acquista un veicolo che emette fino 60 g/km; per la fascia 61 – 135 g/km la classe massima di emissione sale a Euro 5.

 

Nicodemo Angì

 

 

 

 

Commenta