30.3 C
Napoli
sabato, 20 Luglio 2024
  • Autopromotec: opportunità unica per l’aftermarket

    Autopromotec: opportunità unica per l'aftermarketAutopromotec scatta una fotografia sul presente e futuro dell’aftermarket nazionale.

    Renzo Servadei (nella foto), amministratore delegato della biennale, la definisce un’opportunità unica: “una visione completa e dettagliata – dice –  sulle tendenze del mercato, presenti e future, su cosa prevarrà e quali saranno le proposte vincenti”.

    A poco meno di due mesi dal taglio del nastro della 29esima edizione, le aspettative sono tante e l’entusiamo è alle stelle. Diversi i padiglioni sold out e le previsioni sul fronte dell’incoming internazionale si prospettano davvero interessanti. Ne esce rafforzata anche l’area espositiva dei ricambi con 4 padiglioni: uno in più rispetto ai 3 della precedente edizione.

    Manca davvero poco al taglio del nastro della 29esima edizione di Autopromotec. Quali sono le ultimissime novità? 

    I motori della manifestazione sono già caldi e noi siamo entusiasti di cominciare, così come tutti i protagonisti del settore. La 29esima edizione di Autopromotec si preannuncia di grande interesse per tutto l’aftermarket automotive, proprio per le novità che gli espositori porteranno e per i tanti temi sui quali la fiera punterà i riflettori. Posso solo citare alcuni esempi di tendenze che saranno poste al centro dell’attenzione: dall’elettrificazione dei veicoli alla digitalizzazione, fino agli sviluppi delle reti di assistenza, e a tutti i cambiamenti correlati alle nuove forme di mobilità. Temi di assoluto interesse, da trattare con grande attenzione ma anche con grande ponderazione, perché è vero che stiamo andando verso uno scenario di “evoluzione” ma è altrettanto vero che c’è ancora un grande parco circolante di veicoli “tradizionali” che deve assolutamente essere manutenuto

    Quest’anno verrà aperto un ulteriore padiglione dedicato al settore ricambi (il quarto). Come va letta questa espansione espositiva? 

    La categoria merceologica dei ricambi è una di quelle che ad Autopromotec 2022 si presenta più forte di sempre. L’impennata che abbiamo registrato in termini di presenze ci ha portato ad ampliare gli spazi dedicati al comparto: quest’anno saranno 4 i padiglioni dedicati – Pad. 14, 16, 18 e 21 – rispetto ai 3 della precedente edizione.  Probabilmente i fattori che hanno portato a questo risultato sono diversi e concomitanti. Basti pensare alla crescente complessità dell’autoriparazione, che richiede sempre maggiore disponibilità di dati tecnici, e al fatto che le auto sono sempre più connesse, non solo con l’utente ma anche con l’officina. Questo fa sì che ci sia una fortissima spinta delle officine ad aggregarsi. Tutti elementi che hanno portato a un’evoluzione anche le reti, molte delle quali saranno presenti in fiera, forti di rinnovati programmi di servizi per le officine.  Sicuramente un altro elemento che ha spinto verso questa direzione è l’enorme evoluzione tecnologica degli ultimi anni: la tecnologia e tutta la serie di servizi derivanti necessitano di presentazione, approfondimento e analisi, aspetti che trovano spazio ad Autopromotec.  

    Che cosa si aspetta da questa edizione che mette in campo tante iniziative per gli operatori dell’aftermarket automotive? 

     

    Abbiamo grandi aspettative, che finora sono state confermate dal numero di adesioni di tutti gli espositori che hanno scelto Autopromotec come vetrina per la ripartenza. Arriviamo a meno di 3 mesi dall’apertura della fiera con numeri considerevoli. Dal lato degli espositori, la partecipazione si è dimostrata da subito notevole, tanto che abbiamo avuto diversi padiglioni sold out e liste d’attesa aperte per alcuni comparti. Ma anche le previsioni dal punto di vista dell’incoming internazionale si prospettano davvero interessanti. In generale, da Autopromotec mi aspetto un’opportunità unica: una visione completa e dettagliata sulle tendenze del mercato, presenti e future, su cosa prevarrà e quali saranno le proposte vincenti. Ecco perché Autopromotec 2022 è un momento assolutamente imperdibile. Noi non vediamo l’ora che cominci, vi aspettiamo tutti a Bologna dal 25 al 28 maggio prossimi. 

     

    Stefano Belfiore

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie