Fiere ed eventi

Tanta voglia di Autopromotec!

Autopromotec ha voglia di tornare sul palcoscenico fieristicoAutopromotec ha voglia di tornare sul palcoscenico fieristico.

E lo farà in grande stile. Parola del patron Renzo Servadei. L’amministratore delegato di Autopromotec è intervenuto, giovedì 29 aprile, all’incontro online con i media promosso da GiPA sugli attuali trend dell’aftermarket automotive.

 

Autopromotec sarà una grande fiera

Le date in calendario sono 25-28 maggio 2022. La location ovviamente il quartiere fieristico di Bologna. Le previsioni sono più che rosee in termini di risultati attesi. Qualche numero? 119mila operatori professionali previsti, 21mila player professionali internazionali stimati, 75 eventi. “Ci auguriamo – auspica Servadei – che il prossimo anno, Autopromotec possa essere a tutti gli effetti una grandissima manifestazione, buttandoci alle spalle la crisi pandemica visto l’incalzare della campagna di vaccinazione mondiale”. “ Dopo una grande crisi – ricorda – c’è sempre una grande ripartenza. Pertanto siamo fiduciosi in una edizione strepitosa. “Il tutto – conclude Servadei – con l’aiuto prezioso del web, funzionale a diffondere la conoscenza dell’evento fieristico”.

 

Autopromotec e l’aftermarket

L’Ad Servadei si ferma, a latere, anche in un’analisi ad alta quota sullo stato di salute dell’aftermarket nazionale.  “E’ chiaro – dice - che quest’anno si sia registrata una grande sofferenza economica ma l’aftermarket ha patito di meno rispetto al mercato del nuovo. Ci sono, poi, settori che sono andati un po’ meglio. Pensiamo  gli autocarri che hanno circolato sulle strade, soprattutto quelli che trasportano generi di prima necessità (alimentari). Sappiamo bene che l’aftermarket è un comparto anticiclico dove l’innovazione avanza in modo impetuoso. Ne sono un esempio tangibile gli ADAS con un riflesso importante sul mondo dell’autoriparazione. Siamo ottimisti in una prossima ripresa dell’intero settore”.

 

Stefano Belfiore

Commenta