31.5 C
Napoli
domenica, 21 Luglio 2024
  • Automechanika Dubai per l’aftermarket in trasformazione!

    Automechanika Dubai per l'aftermarket in trasformazione!Automechanika Dubai, il digitale e i servizi guideranno la crescita dell’aftermarket.

    Il 16 dicembre si è chiusa Automechanika Dubai, la più grande fiera dell’industria dell’aftermarket automobilistico del Medio Oriente. L’evento si è svolto al Dubai World Trade Center (DWTC) ed è stato inaugurato Mattar Al Tayer, Direttore Generale che è anche Presidente del Consiglio Direttivo dell’Autorità per le Strade e i Trasporti (RTA) e Commissario Generale per le Infrastrutture, l’Urbanistica e il Benessere di Dubai.

    Automechanika Dubai, edizione numero 18

    La diciottesima edizione della fiera, organizzata da Messe Frankfurt Middle East, ha visto espositori provenienti da 47 paesi e 12 padiglioni nazionali, fra i quali quello italiano. Il filo rosso che ha percorso l’esposizione è stato il constatare di quanto lontano sia arrivato il settore nella sua trasformazione tecnologica, che preannuncia ulteriori cambiamenti futuri. Mahmut Gazi Bilikozen, Direttore di Automechanika Dubai, ha evidenziato che “i progressi tecnologici stanno avendo un impatto su tutti i segmenti dell’industria e sono stati evidenti in tutti e sei i settori della fiera. Questo è un cambiamento epocale nell’industria regionale, che sta avanzando rapidamente in termini di fornitura di servizi, innovazione di prodotto e standard professionali. Questo è un settore che è ormai diventato maturo“.

     

    Automechanika Dubai per l'aftermarket in trasformazione!Automechanika Dubai, un’esposizione articolata

    Bilikozen dice che “rispetto all’edizione 2019 abbiamo assistito a un aumento del 40% delle pre-registrazioni di dirigenti senior e del 18% nel numero degli addetti l’approvvigionamento e agli acquisti: un altro segnale di aumento dell’attività commerciale e di ricerca di nuovi partner industriali. I visitatori si sono pre-registrati da 143 paesi, un bel segnale dell’internazionalità di Automechanika Dubai“. L’esposizione ha occupato 8 padiglioni del DWTC e gli espositori erano suddivisi nei settori pneumatici e batterie; autolavaggio, cura e ricondizionamento, riparazione e manutenzione; parti e componenti; elettronica e sistemi, accessori e personalizzazione. Per la prima volta Automechanika Dubai ha ospitato una cerimonia che ha premiato le eccellenze in prodotti, servizi, personale e formazione all’interno dell’industria della  regione. Un palcoscenico dal vivo ho poi dato modo agli specialisti dell’officina di dimostrare le loro abilità nel cambio di pneumatici e montaggio degli pneumatici e nella rimozione delle ammaccature.

     

    Le linee dell’aftermarket che cambia ad Automechanika Dubai

    La portata della trasformazione che sta interessando il settore dell’aftermarket può essere riassunta dalla rumena Wemzer Industries, un esempio di un settore sempre più consapevole della sua necessità di contribuire agli sforzi globali per un mondo più sostenibile.  

    Wemzer produce prodotti in ceramica privi di Carbonio su specifiche OEM e il suo amministratore delegato Amin Uz Zaman ha indicato come nuovi driver del settore la produzione additiva (stampa 3D), la rigenerazione dei ricambi, l’E-Commerce, i powertrain ibridi ed elettrici e la mobilità come servizio. Zaman ha spiegato che “Il mercato dei ricambi automobilistici sta vivendo grandi cambiamenti. Sulla scia dell’elettrificazione e la digitalizzazione, stiamo rimodellando il modo con il quale clienti, fornitori automotive e gli altri attori coinvolti pensano alle automobili e alla guida. Sta cambiando anche modo nel quale si svolge il business dell’aftermarket automobilistico e la sua creazione del valore“.

     

    Automechanika Dubai ci parla di un settore in espansione

    L’esponente di Wemzer ha enfatizzato il fatto che “la diffusione universale delle connessioni al Web e degli smartphone connessi ha alimentato le aspettative di un’esperienza di acquisto senza soluzione di continuità, confortevole e, soprattutto, trasparente. L’industria automobilistica era probabilmente in ritardo nell’abbracciare questa trasformazione ma la pandemia ha accelerato il processo e ora stiamo assistendo a una massiccia digitalizzazione del settore“. Nonostante le battute d’arresto dovute alla pandemia da Covid 19, Wemzer Industries ritiene che il mercato dei ricambi sia pronto per una crescita senza precedenti: “Potrebbero esserci sfide legate alla catena di approvvigionamento ma abbiamo indicazioni positive per la ripresa economica nei nostri mercati di riferimento. Si prevede che le entrate dell’aftermarket automotive registreranno un valore record di 800 miliardi di dollari entro il 2027, secondo un recente studio di Global Market Insights. L’industria automotive globale si sta espandendo dinamicamente e la digitalizzazione ha ormai una crescita esponenziale. È una trasformazione rivoluzionaria del business e della sua catena del valore, che richiede nuove partnership con soggetti non tradizionali per una trasformazione che va oltre l’acquisto multicanale senza soluzione di continuità“. Una stima degli analisti di GCC prevede per la vendita al dettaglio di componenti per veicoli una crescita a un tasso annuale composto del 5,8% fino a 6,84 miliardi di dollari nel 2025: gli operatori dell’aftermarket sono pronti a intercettarla?

     

    Nicodemo Angì

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie