18.5 C
Napoli
martedì, 16 Aprile 2024
  • Ecobonus: al via gli incentivi

    Ecobonus: al via gli incentivi

    E' il giorno degli ecobonus.

    Dalle ore 10 di oggi saranno attive, infatti, sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it  le prenotazioni per i nuovi incentivi destinati all’acquisto di auto non inquinanti fino a 60 g/km CO2. Una misura che tende ad accompgnare la filiera automotive e la popolazione verso una transiozione green. Sul piatto c'è un sostanzioso finaziamento pari a  8,7 miliardi di euro: incentivi funzionali sia al lato dell’offerta che a quello della domanda. L’obiettivo, come detto, è chiaro: dare una forte spinta nella diffusione di auto meno inquinanti nonchè un fattivo supporto alle produzioni industriali dell'automotive nazionale.

     Ecobonus: gli incentivi messi a disposizione

    Le novità introdotte sull'ecobonus riguardano innanzitutto i cittadini con un reddito inferiore a 30 mila euro, che per l’acquisto di  veicoli di categoria M1, elettriche e ibride plug-in, potranno beneficare per l’anno 2022 di un incremento del 50% dei contributi finora previsti sulla base delle risorse già stanziate.
    In particolare, gli incentivi saranno così rimodulati:

    • fino a un massimo di 7.500 euro di contributi con rottamazione (4.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
    • fino a un massimo di 6.000 euro di contributi con rottamazione (3.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

    Ecobonus anche per chi noleggia

    Inoltre, i nuovi ecobonus spetteranno anche alle  persone giuridiche che svolgono attività di noleggio auto con finalità commerciali, diverse dal car sharing, purché mantengano la proprietà dei veicoli almeno per 12 mesi e secondo la seguente ripartizione dei contributi:

    • fino a un massimo di 2.500 euro di contributi con rottamazione (1.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
    • fino a un massimo di 2.000 euro di contributi con rottamazione (1.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

    Cos'è l'ecobonus

    È il contributo messo a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico per l'acquisto di veicoli non inquinanti. Esso riguarda:

    • Auto elettriche, ibride e a motore termico con un livello di emissioni fino a 135 gr/km di CO2
    • Motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici di Classe di omologazione uguale o superiore a Euro 5
    • Veicoli commerciali elettrici

    L'ecobonus: contribuisce all’abbattimento delle emissioni di CO2, in linea con la vigente normativa europea sulla qualità dell'aria e dell'ambiente e con gli obiettivi del PNIEC e dell’Agenda 2030. Il contributo viene riconosciuto come minor prezzo praticato dal concessionario in fattura al momento dell’acquisto.  La gestione è affidata a Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa. Per maggiori informazioni, è possibile visionare il sito dell'ecobonus istituito ad hoc. 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie