20.6 C
Napoli
martedì, 16 Aprile 2024
  • Continental raggruppa le attività sulla sostenibilità

    Continental unifica le attività sulla sostenibilità Sostenibilità: Continental raggruppa le attività in un solo e nuovo dipartimento.

    Sarà guidato da Claus Petschick (nella foto), come parte del suo progetto “Vision 2030”. In quanto capo del Dipartimento Sostenibilità, Petschick è responsabile dal primo aprile 2020 della direzione strategica e della gestione mondiale dei progetti di sostenibilità, e nel suo ruolo riporta direttamente a Christian Kötz, capo della business area Pneumatici e membro del Consiglio Esecutivo di Continental AG.

    L’obiettivo di Continental

     “Con la creazione di una struttura dedicata alla sostenibilità, sotto la guida di Claus Petschick – sostiene Kötz, Capo della business area Pneumatici e Membro del Consiglio Esecutivo di Continental AG – intendiamo consolidare le nostre attività e i progetti di ricerca e sottolineare il nostro impegno per l’espansione sistematica di business model sostenibili e di prodotti e servizi innovativi lungo l’intera catena di valore. Siamo sicuri che una gestione sostenibile e responsabile aumenterà la nostra capacità di innovare e che possiamo dare un importante contributo alla società attraverso il nostro impegno”.

    Il focus sulla sostenibilità

    E’ uno dei quattro temi strategici per il contrasto ai cambiamenti climatici, per una mobilità pulita, per l’economia circolare e per una supply chain sostenibile. Per rendere gli pneumatici del futuro ancora più efficienti e amici dell’ambiente, in termini di produzione, uso e riciclo, Continental investe sistematicamente nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie, materiali alternativi e processi di produzione compatibili con l’ambiente. Ciò include ad esempio, l’estensione della vita di servizio degli pneumatici attraverso la ricostruzione. Nel 2013 Continental ha costruito l’impianto ContiLifeCycle ad Hannover, proprio a questo scopo. In questo impianto, macchinari progettati appositamente con sistemi integrati per la ricostruzione, stabiliscono nuovi standard nel campo del riciclo di pneumatici.

    Continental amica dell’ambiente

    Una preoccupazione centrale per Continental è quella di cessare di importare gomma naturale esclusivamente dai tropici e di iniziare a produrla più vicino possibile agli impianti di produzione di pneumatici, così da combattere la deforestazione e di ridurre le emissioni di CO2 prodotte dai trasporti a lungo raggio. In futuro, il progetto Taraxagum, già vincitore di molteplici riconoscimenti, insieme al Fraunhofer Institute for Molecular Biology and Applied Ecology (IME) forniranno gomma naturale dalle piantagioni di tarassaco che sarà usata per la produzione di pneumatici per moto, auto e veicoli commerciali.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie