Dai partner

Hyundai al Rally Argentina alla ricerca di una performance d’eccellenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Hyundai Motorsport si pone l’obiettivo di conquistare la sua seconda vittoria stagionale, tornando oltreoceano per il Rally Argentina, quinto round del FIA World Rally Championship 2018. La tappa sudamericana rievoca i ricordi positivi delle due passate edizioni, che hanno visto il team trionfare prima con Hayden Paddon, poi con Thierry Neuville.
Il Rally Argentina arriva dopo l’impegnativo week-end del Tour de Corse, conclusosi con la coppia belga Neuville-Gilsoul al terzo posto, che ha permesso alla squadra di mantenere il comando della Classifico Costruttori con quattro punti di vantaggio sull’inseguitore team M-Sport.
Le tre i20 Coupe WRC saranno guidate in questa occasione dagli equipaggi Andreas Mikkelsen/Anders Jæger (vettura #4), Thierry Neuville/Nicolas Gilsoul (#5) e Dani Sordo/Carlos del Barrio (#6) – che hanno preso parte a sessioni di allenamento in Portogallo negli scorsi giorni mettendo alla prova il motore aggiornato.
“Il week-end in Corsica è stato difficile, ma il terzo posto finale ci ha permesso comunque di rimanere in vetta al campionato” – ha commentato il Team Principal Michel Nandan. “Se vogliamo continuare così, vista l’agguerrita concorrenza, dobbiamo impegnarci per migliorare la performance di squadra in Argentina. Questa tappa è stata positiva per noi negli anni passati grazie a vittorie spettacolari come quella dell’anno scorso, in cui Thierry e Nicolas hanno vinto con un margine di soli 7 decimi di secondo. Abbiamo apportato alcuni miglioramenti alle i20 Coupe WRC per l’appuntamento e speriamo nella terza vittoria successiva su questo terreno, ma sappiamo che anche gli altri team stanno spingendo forte.”

Il Rally di Argentina

• Il Rally di Argentina si divide in 18 prove speciali per una distanza complessiva di 360 km
• L’apertura di giovedì sera si tiene nella Super Speciale di Villa Carlos Paz
• Venerdì si affronterà la maggior distanza con 154 chilometri, ma anche la giornata di sabato non sarà da meno, con 149 km
• Il fondo sterrato è variabile, passando dalla superficie morbida della valle Santa Rosa de Calamuchita a quella più rocciosa sulle montagne di Traslasierra
• La giornata di domenica rappresenta spesso il piatto forte della tappa argentina con le speciali di El Condor e di Mina Clavero, che quest’anno si correranno in direzione opposta rispetto a quanto fatto in passato


Gli equipaggi di Hyundai Motorsport – informazioni


 

Commenta