Automotive

Renault, Dacia e Alpine protagonisti ai Thophees What Car 2020

Grande successo per Renault, Dacia e Alpine ai "Trophées what a car 2020".

I brand Renault, Dacia e Alpine mattatori d'eccezione nell'ambito della prestigiosa "Trophées what a car 2020".

Per la Nuova Zoe un trionfo molto importante nella categoria "Veicoli elettrici" ed in quella "Miglior auto elettrica a meno di 30.000 sterline". Per la ZOE ben sette anni di successi consecutivi. 

La Dacia Sandero si aggiudica, per l’ottavo anno consecutivo, il premio di “ Miglior city car a meno di 12.000 sterline". Alla Dacia Duster viene conferito il premio di “Miglior SUV familiare a meno di  18.000 sterline” per il secondo anno consecutivo.  Infine l’Alpine a110 è nominata “Sportiva dell’anno” per il secondo anno consecutivo.

La Nuova Renault Zoe si conferma la miglior city car elettrica del mercato. Il potenziamento della batteria consente di percorrere oltre 310 chilometri ossia un terzo in più rispetto alla generazione precedente. Il design interno è più elegante mentre le accelerazioni scattanti. Ottima la tenuta di strada e la guida controllata su autostrada che offrono un piacere di guida ancora maggiore.

Per Dacia un duplice successo nell'edizione 2020 dei “Trophees What Car?”. Sandero si aggiudica l'ottava vittoria consecutiva nelle sue categorie di riferimento. Stesso Stesso discorso per la Sandero e per la Duster.  La risposta offerta dai produttori al mercato è ideale: un SUV di medie dimensioni per la famiglia a budget ridotto: Duster in questo senso non ha competitors.

 Dacia si conferma regina nel rapporto qualità-prezzo senza disdegnare attenzione per l'abitabilità ed il bagagliaio, elementi da sempre in cima alle liste degli indicatori più importanti per i consumatori. 

Importante anche il successo di Alpine A110, giunta per il secondo anno consecutivo in cima alla classifica per la "Sportiva dell'anno". Punti di forza la dinamicità e la facilità di uso quotidiano. Quasi un quarto di tonnellata in meno rispetto ai competitor e dunque possibilità per le sospensioni di non essere troppo rigide, dei pneumatici di non essere particolarmente larghi e del motore di non essere al top di gamma per raggiungere un tale livello di performance. Altro punto di forza lo sterzo in piena aderenza alla strada ed il costo non eccessivamente elevato. 

Marco Lasala 

Commenta