Automotive

Nuova Volkswagen Polo GTI

Nuova Volkswagen Polo GTI è finalmente disponibile sul mercato europeo.

E l’attesa di certo non andrà delusa: basta solo la sigla “GTI” che accompagna il nome della vettura per capire  cosa offrirà la nuova Volkswagen Polo GTI

È realizzata sul pianale MQB,  utilizza un telaio sportivo che avvicina la vettura di più al suolo e sarà equipaggiata con un 2.0 litri  turbo benzina ad iniezione diretta, capace di erogare 207 CV con una coppia di 320 Nm, abbinato all’inossidabile cambio  doppia frizione DSG a sette rapporti, offerto di serie.

Nuova Volkswagen Polo GTI ha una potenza di 207 cavalli

Dati tecnici precisi non ne sono stati forniti, ma ci si può aspettare prestazioni migliori del modello attualmente sul mercato che raggiunge una velocità massima di 237 km/h con una accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi.

Il nuovo modello si presenta con un design marcatamente sportivo, ed i paraurti anteriori  e posteriori sono stati riprogettati appositamente per questo modello.

Sui passaruota  saranno apposti i badge “GTI” di colore rosso, così come rossa sarà la striscia che attraversa tutta la griglia anteriore da una estremità all’altra dei gruppi ottici, che anteriormente sono a matrice LED IQ.Light.

Classica ormai sui modelli della Casa tedesca la firma luminosa anteriore, già vista  su altri modelli come Volkswagen Golf, Tiguan Allspace ed Arteon.

Dotazione completa per la nuova Volkswagen Polo GTI

Posteriormente gli indicatori di direzione sono dinamici così come la luce di stop.

Al di sotto i doppi terminali di scarico, tondi, che accentuano il carattere sportivo della vettura. 

Nell’abitacolo  tanti dettagli di colore rosso, ad iniziare dalla fascia centrale della plancia per finire al tunnel e alle maniglie delle portiere. Come tradizione nei modelli siglati  “GTI”, il volante porta cuciture a contrasto rosse e nella parte bassa ospita il logo GTI.

Su un  modello di questo segmento, per la prima volta, viene introdotto il pacchetto IQ.Drive Travel Assist, che abilita la guida assistita di secondo livello, così come debutta il nuovo sistema di infotainment MIB3.1.

Marco Lasala

Commenta