Automotive

Nuova Opel Zafira

Aria di rinnovamento in casa Opel perchè dopo oltre 2,7 milioni di esemplari venduti arriva anche per Zafira il momento di rinnovarsi totalmente, dall’estetica ai contenuti interni, alle motorizzazioni, in Germania si punta al bis del successo !

Era il 1999 quando la Casa automobilistica di Russelsheim introdusse sul mercato una rivoluzionaria sette posti destinata a cambiare il linguaggio delle monovolumi compatte: la Opel Zafira fu la prima vettura in assoluto a proporre un rivoluzionario sistema a sette posti, una novità assoluta che sul nuovo modello diventa ancora più pratico e veloce nella configurazione.

 

Stile innovativo per una monovolume spaziosa 

Mantenere le proporzioni giuste per una abitabile sette posi che strizza l’occhio alla sportività grazie ad un look moderno e dinamico: questi gli elementi stilistici a favore della nuova Opel Zafira , la monovolume che ora punta all’originalità ed all’estetica pur vantando contenuti tecnici esclusivi. 

Un design dinamico che viene esaltato da gruppi ottici anteriori moderni, elementi quest’ultimi che si fondono con la nuova griglia anteriore creando una soluzione di continuità intraprendente; la barra cromata con il logo Opel dal centro prosegue con due baffi verso i fari anteriori. 

I passaruota di dimensioni importanti celano cerchi maggiorati, così come la sottile nervatura laterale sottoporta che ripercorre l’intera fiancata, dona slancio ad una vista laterale equilibrata e proporzionata con lo sviluppo orizzontale del tetto. 

Secondo quanto affermato da Mark Adams Vice President di GM Europe Design , la nuova Opel Zafira riprende i concetti stilistici già presentati sulla nuova Astra, dalle luci dirne a doppia ala ad un abitacolo completamente ridisegnato.

 

Plancia moderna con IntelliLink

Un design totalmente nuovo, una plancia dominata dal nuovo sistema multimediale IntelliLink con schermo da 7 pollici: l’ R4.0 IntelliLink porta sulla nuova Opel Zafira soluzioni nuove e a dimensione umana, come l’Apple CarPlay ed Android Auto. Per chi cerca soluzioni tecnologiche ancora più complete è disponibile il nuovo sistema Navi 950 IntelliLink, tecnologia che si integra perfettamente con Opel OnStar e con la chiamata automatica in caso di incidente. 

Volante a tre razze con corona rivestita in pelle e provvista di comandi audo e vocali, strumentazione con due grossi elementi circolari ( contagiri e contachilometri) separati da uno schermo multifunzione che riporta fedelmente le informazioni presenti sul sistema centrale, comandi climatizzatore posti in basso ma integrati nell’IntelliLink, sulla nuova Opel Zafira il futuro è presente!

 

Obiettivo flessibilità

La Opel Zafira si è sempre contraddistinta per un’abitabilità senza precedenti, sul nuovo modello debuttano i sedili sportivi certificati AGR a richiesta, regolabili in 6 direzioni, un sistema modulare composto da un grande contenitore e due portabicchieri che scorrono su binari di alluminio fino a raggiungere la posizione desiderata, in questo modo la nuova Opel Zafira diventa una sala da lunge!

Ma le soluzioni intelligenti non finiscono qui perché lo schienale del sedile centrale posteriore è ripiegatile ed una volta abbassato forma un comodo bracciolo a disposizione dei passeggeri esterni. 

Grande attenzione al comfort ma anche all’atmosfera grazie ad un parabrezza ampio che si raccorda perfettamente con il tetto panoramico, quest’ultimo disponibile a richiesta. 

 

Dotazione completa

Fari anteriori Adaptive Forward Lightning con Led, nuovo sistema AFL LED che adatta l’illuminazione dei fari anteriori alle condizioni di guida per una luminosità ottimale, telecamera Opel Eye, con funzione High Beam Assist e riconoscimento segnali stradali Traffic Sign Assist , indicatore della distanza di sicurezza Following Distance Indication con Forward Collision Allert, sulla nuova Opel Zafira impossibile pretendere ancora più tecnologia perché tutti i dispositivi di sicurezza attivi presenti sulla spaziosa monovolume sono di quanto più avanzato esiste attualmente. 

a cura di Marco Lasala

Commenta