17.9 C
Napoli
lunedì, 22 Aprile 2024
  • Come funziona Vergilius?

    VergiliusE’ il fratello maggiore e più evoluto del tutor. E nasce dalla collaborazione fra Anas e Polizia Stradale. Stiamo parlando di Vergilius: sistema in grado di rilevare in ogni condizione atmosferica la velocità media di tutti i veicoli che transitano in uno specifico tratto stradale. In pratica adempie ad un duplice controllo: monitora la velocità media del mezzo che entra ed esce da un determinato pezzo di strada, immortalando il tutto anche con relativa foto. Così unisce e mette insieme, in un solo dispositivo, le caratteristiche dell’autovelox e del tutor in modo più innovativo.

    Benefici

    “Il sistema ha consentito di estendere– si legge sul sito della Polizia di Stato –  anche alla rete stradale extraurbana, caratterizzata da alti livelli di sinistrosità, i benefici per i cittadini già rilevati in ambito autostradale, con un conseguente abbassamento entro il limite legale della velocità delle correnti di traffico”.

     

    Dove è attivo

    Dalla mappatura geografica che fornisce il website della Polizia di Stato sulle seguenti arterie stradali extraurbane:

    • SS1 Aurelia, nei pressi della Capitale,ai chilometri 11+950, 15+700 e 23+500;

    • SS 7 quarter Domitiana, ai chilometri 44+500 e 54+300;

    • SS 309 Romea, ai chilometri 1+680 e 7+080;

    • SS145 Var Sorrentina – galleria Santa Maria di Pozzano, ai chilometri 0,00 e 5+100

     

    E' presente anche sull'autostrada A/3 Salerno – Reggio Calabria. 12/08/2014 Il tratto interessato, inaugurato il 18 luglio 2014 da Salerno fino a Sicignano degli Alburni, dal 3 aprile 2015 è stato esteso fino alle località Padula-Buonabitacolo, per un totale di 103 chilometri circa.


    La particolarità del sistema installato, che è composto da 42 postazioni di controllo (21 in direzione Sud e 21 in direzione Nord), – specifica sempre la Polizia di Stato –consiste nel fatto che i "portali" sono stati collocati prima degli svincoli di uscita e dopo gli svincoli di entrata consentendo così, anche a fini statistici, la valutazione della tipologia dei veicoli in transito”.


     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie