24.8 C
Napoli
lunedì, 22 Luglio 2024
  • Per gli italiani c’è voglia di auto.

    Gli italiani riprendono l'auto per i loro spostamenti.

    Lo dice un’elaborazione di Federpneus (Associazione Nazionale dei Rivenditori Specialisti di Pneumatici) su dati Isfort. Tra il 2017 e il 2020 gli spostamenti brevi (fino a 10 chilometri di distanza) sono passati dal 76,4% all’81,7% sul totale, con un aumento pari a 5,3 punti percentuali. Se si esaminano i dati anno per anno, però, si vede come tra il 2017 e il 2019 vi sia stato un calo di 1,3 punti percentuali e poi, tra il 2019 e il 2020, un aumento di 6,6 punti percentuali. Sempre dal 2017 al 2020 gli spostamenti medio-lunghi (oltre i 10 chilometri di distanza) sono passati dal 23,6% al 18,3% sul totale, con un calo pari 5,3 punti percentuali.

    Dai dati emerge chiaramente il cambiamento nelle lunghezze degli spostamenti degli italiani avvenuto tra il 2019 e il 2020 e che trova la sua causa principale nella situazione sanitaria e nel lockdown dovuto alla pandemia in corso. Con l’allentamento dei vincoli dovuti al lockdown, gli italiani però hanno ricominciato a usare l’auto per i loro spostamenti, brevi o lunghi, come dimostrano le recenti statistiche di indicano l’automobile come il mezzo di trasporto preferito dagli italiani. 

    A tal proposito Federpneus ricorda l’importanza di effettuare la manutenzione periodica dei mezzi a motore utilizzati e di prestare particolare attenzione alla pressione di gonfiaggio degli pneumatici, soprattutto dopo periodi lunghi di sosta forzata del mezzo. Oltre a garantire di viaggiare in sicurezza, lo scrupoloso controllo dell’efficienza degli pneumatici aiuta a limitare il consumo di carburante e a diminuire le emissioni di sostanze nocive per l’ambiente.

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie