Componentistica auto: come ripartire al meglio.

IR NEWS

Archivio >

Componentistica auto: come ripartire al meglio

La pandemia ha fortemente influenzato il settore della componentistica auto

Le conseguenze della crisi pandemica hanno profondamente influenzato l’andamento del settore della componentistica auto, per fortuna nella seconda parte dell’anno il trend è migliorato.

Marco Stella, presidente del Gruppo Componenti ANFIA parla di numeri: "Per la componentistica italiana, il 2020 si è chiuso con un calo del 25,9% dell’indice della fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli e loro motori, mentre la contrazione è stata del 12,3% per gli ordinativi e del 13,8% per l’indice del fatturato, nel contesto di un ribasso complessivo del 21% dell’indice di produzione dell’intera filiera automotive.”

Per dare una spinta considerevole al settore della componentistica auto italiana bisogna puntare su ricerca e innovazione, specialmente per le nuove tecnologie, come batterie alle fuel cells, nuovi materiali e componenti elettronici. Questo accadrà, si spera, grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Al settore servono politiche fiscali e strumenti che favoriscano una maggiore collaborazione e aggregazione tra i player, per superare la frammentazione del tessuto produttivo

Commenta