Sicurezza e salute

Gommista e sicurezza: c’è il Safety Kit

Gommista e sicurezza: c’è il Safety KitGommista e sicurezza.

E’ l’equazione che soddisfa Michelin con il Safety Kit. Il noto produttore di pneumatici si mobilita per la garantire la sicurezza di rivenditori e clienti. In che modo? Inviando ai propri rivenditori partner circa 1300 Safety Kit.

Cosa contiene il Safety Kit

Una serie di supporti fisici e di strumenti informativi che, in linea con le esigenze di sicurezza legate all’attuale emergenza sanitaria, aiuteranno i partner di Michelin ad applicare le misure di prevenzione, di sanificazione e di distanziamento sociale.  Il Safety Kit che sarà recapitato gratuitamente, è composto da dotazioni di sicurezza individuale, poster informativi per segnalare ai clienti le regole e i comportamenti più importanti per un corretto distanziamento sociale e materiale per contrassegnare le distanze di sicurezza da osservare all’interno del punto di vendita. Inoltre, per supportare ulteriormente il rivenditore nella propria attività, Michelin ha messo a disposizione attraverso un apposito sito internet, una serie di nuovi contenuti digitali personalizzabili (banner, post e video) utili per i siti web ed i canali social.

Gommista e sicurezza: c’è il Safety KitLa sicurezza anti Covid: no a costi aggiuntivi per i clienti dei gommisti

Intanto il presidente di Confartigianato Autoriparazione, Alessandro Angelone, ritiene ingiustificata e scorretta la richiesta di pagamento per ‘sanificazione anti Covid’ in occasione di interventi di manutenzione o riparazione dei veicoli. Lo sottolinea Alessandro Angelone“Non c’è scritto da nessuna parte – spiega Angelone nell’intervista a Il Salvagente – che un’officina che voglia fare un’operazione di sanificazione debba farla pagare al cliente. Io che sono un titolare di officina, sono io il responsabile della sicurezza sul lavoro dei miei collaboratori. Quindi, se io ho necessità di adottare delle procedura per salvaguardare la loro salute, ho due possibilità. O le adotto o non prendo il lavoro. Il costo me lo carico io. Ovvio, se no che faccio, faccio pagare al cliente anche la mascherina e i guanti? Ma non ha senso questa cosa qua!”.

Sicurezza in officina senza danneggiare l’automobilista

Non vogliamo passare per quelli che se ne approfittano – spiega Angelone nelle dichiarazioni rilasciate a Il Sole 24 Ore e riportate sul sito di Confartigianato Autoriparazione – la nostra linea è di non applicare costi aggiuntivi ai clienti e di assicurare gratuitamente l’igienizzazione della vettura attraverso uno spray sulle zone di contatto come sedili, volante, pomelli e freno a mano”.

Commenta