13.3 C
Napoli
venerdì, 23 Febbraio 2024
  • ABS auto, come funziona e perché può andare fuori uso

    Spia ABS Auto

    L’ABS auto ha reso le strade più sicure

    Il sistema di frenata antibloccaggio – l’ABS auto – è un’importante caratteristica di sicurezza presente sulla grande maggioranza dei veicoli moderne.

    Il suo scopo è impedire alle ruote di bloccarsi quando la forza dei freni supera l’attrito fra ruota e asfalto.

    La frenata a ruote bloccate produrrà anche effetti scenografici, quali fumo e stridio di gomme, ma allunga gli spazi di arresto (il massimo grip si ottiene con la ruota al limite del bloccaggio), diminuisce fino ad annullarlo il potere direzionale dello sterzo e può portare alla perdita di controllo del veicolo.

    Il sistema di frenata antibloccaggio ABS auto prevede sensori in ogni ruota: il loro compito è rilevare la loro velocità di rotazione durante la frenata.

    Se una ruota gira più lentamente rispetto alle altre, segno che sta per bloccarsi, allora il sistema modulerà la forza frenante in modo da rendere uguale la velocità di rotazione in tutte le ruote.

    Nei freni tradizionali la tempistica e la forza dei freni dipendono soltanto da quando e come il guidatore preme il pedale del freno, azione che può portare al bloccaggio delle ruote; il funzionamento dell’ABS auto è invece diverso.

    Il sistema antibloccaggio raccogli infatti l’input del guidatore ma l’effettiva forza frenante applicata alle ruote è controllata in tempo reale dal computer dell’ABS auto sulla base delle informazioni provenienti dai sensori: dato che le ruote non bloccano il controllo del veicolo viene conservato anche quando il guidatore “inchioda”.

    In presenza dell’ABS basterà applicare una pressione decisa e costante (è inutile “pompare”, il sistema lo fa in modo molto più preciso e veloce) sul pedale del freno, non preoccupandosi delle eventuali “pulsazioni” avvertibili al pedale: si tratta delle modulazioni della pressione operata dal sistema per non far bloccare le ruote.

    L’azione sul pedale mette in pressione l’impianto e la forza frenante viene modulata scaricando parte di questa pressione; l’evoluzione dei sistemi frenanti ha portato però a sistemi che mettono in pressione il fluido autonomamente, dato che diversi ADAS prevedono frenate automatiche.

    L’espressione massima di questi automatismo saranno i sistemi frenanti ‘by Wire che potranno al limite non usare del tutto il fluido idraulico muovendo il materiale d’attrito tramite motorini elettrici.

    Perché l’ABS auto può guastarsi

    Ovviamente l’ABS auto non funziona sempre al 100%: il manto stradale coperto di neve fresca, ghiacciato, sterrato o costellato di buche possono metterlo in difficoltà ma nella grande maggioranza delle situazioni il suo intervento sarà provvidenziale.

    Anche l’ABS può manifestare malfunzionamenti, che sono in genere segnalati dall’accensione della spia dedicata: se questa rimane accesa, è necessario prestare attenzione poiché il sistema potrebbe non funzionare, rendendo possibile il bloccaggio delle ruote, cosa che rende più difficile il controllo del veicolo, soprattutto in caso di emergenza.

    In questa evenienza si dovrebbe portare senza indugio l’automobile da un professionista ma se la spia dei freni si accende insieme a quella dell’ABS, il guasto è ancor più grave e sarebbe prudente non usare il veicolo.

    Fra i motivi che possono far accendere la spia dell’ABS auto abbiamo un guasto al modulo elettronico dell’ABS, il livello del liquido dei freni sotto il minimo, i sensori sulle ruote difettosi o lo spegnimento totale del sistema per mancanza di alimentazione elettrica.

    Il buon funzionamento dell’ABS auto dipende ovviamente dalle condizioni dei freni: il sistema può essere sofisticato quanto si vuole ma se agisce su pastiglie ormai “arrivate” o su dischi cotti dal calore non ci si possono aspettare prestazioni ottimali.

    È indicato quindi effettuare controlli periodici dei freni (il liquido andrebbe sostituito almeno una volta ogni due anni), da fare senza indugio se si hanno sintomi quali sobbalzi e frenate rumorose e con poco mordente.

    Col tempo l’aria può penetrare nel sistema frenante, dando luogo all’effetto del pedale “spugnoso”: spurgando l’impianto (operazione che si effettua anche nelle frizioni ad azionamento idraulico) si riuscirà a rimuover queste bolle d’aria ripristinando la normale funzionalità dell’impianto. Una considerazione finale: i sistemi ABS auto hanno raggiunto livelli di efficienza e sicurezza molto elevati: non diminuiamone l’efficacia montando ricambi di qualità scarsa.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie