Ricambi auto

Ricambi auto, truffato un negoziante

 

​Truffa ai danni di un negozio di ricambi autoTruffa ai danni di un negozio di ricambi auto.

La Polizia di Stato di Carpi ha denunciato un uomo di 49 anni, con diversi precedenti, responsabile di una truffa ai danni di un negozio di ricambi auto a Carpi. Il fatto, da quanto riporta ModenaToday, è accaduto a fine agosto, "dopo diversi contatti telefonici con la titolare del negozio, l'uomo aveva concordato l’acquisto di alcune parti meccaniche di una vettura monovolume di grossa cilindrata" si legge dalla notizia.

Cosa accade al ritiro dei ricambi auto...

"Il 28 agosto il 49enne si era recato presso il punto vendita per ritirare la merce, del valore di circa 1000 euro, pagandola con un assegno e, asserendo di essere dipendente di una autocarrozzeria di Sorbara, aveva fornito i dati della stessa per l’emissione della fattura. Il fatto che il ritiro della merce era avvenuto di sera, in orario in cui le banche sono chiusi, non aveva permesso alla venditrice di verificare la validità dell’assegno, il cui conto di riferimento, come successivamente accertato, era estinto da parecchio tempo" riporta sempre ModenaToday. 

L'amara scoperta della truffa: assegno falso per comprare i ricambi auto

La titolare del negozio ha poi richiesto chiarimenti all’autocarrozzeria di Sorbara. Da qui l'amara scoperta. Il titolare l’aveva informata che nessuno dei suoi dipendenti aveva proceduto a questo specifico acquisto. Da qui la denuncia del fatto alla Polizia. Gli agenti si sono messi subito all'opera con un'indagine che poi ha permesso di verificare i fatti e risalire alla fine all'identità del truffatore che ha commesso l'illecito. 

 

 
Commenta