Ricambi auto

Ricambi auto, prima rubati e poi venduti online

Ancora un'altra azione di contrasto della Polizia agli autoricambi rubati e poi venduti online. Dopo la recente scoperta a Palermo di un deposito clandestino di ricambi provenienti da Smart rubate, questa volta a scovare l’illecito è la Polizia Stradale di Salerno. I militari, dopo un’attenta attività investigativa, hanno sequestrato gli accessori auto di una nota impresa automobilistica, denunciando per reato di ricettazione due persone di Pontecagnano e Battipaglia. Si è scoperto che i due uomini tentavano di vendere i ricambi sul web, utilizzando piattaforme ad hoc dove inserivano annunci. Così come riporta la testata ‘Cronache Campania’: “il materiale di illecita provenienza, venduto ad un prezzo sensibilmente inferiore a quello di mercato, consisteva – si legge -  in 36 kit di chiavi Fiat, 2 centraline elettriche collegate a Jeep Renegade e Fiat Panda. L'intero oggetto del furto ora è stato recuperato e sono in corso altri accertamenti per risalire al luogo di provenienza della merce ritrovata dai poliziotti.  

Commenta