Ricambi auto

Il post-vendita di FCA e la sicurezza del cliente

post-vendita fcaRiprende a correre il post-vendita di FCA.

L’OES del Gruppo mette al centro la salute dei clienti. In che modo? Con uno specifico protocollo di sicurezza e salute, elaborato insieme al gruppo FCA con l’aiuto dal virologo Burioni, con cui pianificare una riapertura in linea con le ultime prescrizioni emanate dal Governo. Premesso che tutte le attività di pulizia e igienizzazione saranno eseguite con frequenza regolare in tutti i locali, il protocollo implementato, infatti, prevede presidi sanitari nell’area di accoglienza di ogni showroom e officina, oltre a specifici flussi di accesso. Ovviamente, tutto il personale sarà munito di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) per gli incontri con i clienti e l’esecuzione degli interventi. E nei locali saranno ben visibili sia la lista delle raccomandazioni di comportamento da adottare sia la segnaletica a pavimento per indicare la prescritta distanza interpersonale di sicurezza. Inoltre, saranno offerti gel igienizzante, guanti monouso e mascherine qualora il cliente ne fosse sprovvisto. All’interno della struttura, il cliente sarà accolto e accompagnato dal venditore lungo l’intera visita che provvederà a presentare le caratteristiche del veicolo in modalità on line per poi passare alla visione dell’auto nello showroom, mantenendo sempre la prescritta distanza interpersonale di sicurezza. Le stesse precauzioni saranno adottate negli uffici amministrativi e presso l’area di vendita ricambi dove sarà anche possibile conoscere i prodotti Mopar specifici per l’igienizzazione del veicolo. Ciò non avrà ripercussioni sull’esperienza del cliente che potrà valutare con la necessaria calma il veicolo e, se lo ritenesse opportuno, effettuare un test drive, scegliendo tra due opzioni: una prova non accompagnato per 20-30 minuti oppure un test drive a casa (breve o lungo) con consegna dell’auto a domicilio su indicazione del cliente. In caso di permuta, sarà possibile inviare video, foto e altra documentazione in formato digitale in anticipo per supportare la valutazione dell'auto.  Infine, il protocollo rivolge particolare attenzione alle attività in officina, punto nevralgico di qualunque concessionaria; l’officina, infatti, sarà sempre pulita, disinfettata e periodicamente igienizzataTutti i dipendenti saranno dotati di DPI e lavoreranno uno alla volta su ogni veicolo. Nessuno, eccetto il personale autorizzato, potrà accedere a quest’area e ogni vettura da riparare sarà oggetto preventivamente di una procedura specifica che prevederà igienizzazione e pulizia dell’auto, oltre all’installazione di protezioni per volante, sedile del conducente, tappeti e della leva del cambio eccetera. Anche in caso di auto di cortesia, saranno seguite tutte le procedure per avere il veicolo pulito, igienizzato e munito di apposite protezioni.

Commenta