Ricambi auto

Olio motore: sai cosa accade se non lo controlli?

Bilancio positivo per l’Electric Tour:  progetto itinerante che promuove la mobilità sostenibile e la sicurezza in auto per la famiglia. Promosso da Quattroruote in collaborazione con Ikea, di cui la rete di officine e carrozzerie multimarca ‘a posto’ di Rhiag è stata partner tecnico valorizzando l’aspetto della sicurezza in auto, il roadshow ha toccato 7 città lungo la dorsale adriatica. Dal 2 al 10 aprile scorso, nei parcheggi del colosso dell’arredamento svedese, i meccanici della rete hanno offerto a tutti i visitatori un controllo gratuito alle loro auto. Controllati 190 veicoli con un’anzianità media di 8 anni.  Il check up consisteva in una serie di controlli tra cui livelli (olio, liquido refrigerante, liquido freni), luci, stato di carica della batteria, stato delle cinghie servizi, spazzole tergicristallo, freni, pneumatici. E, infine, efficienza dell’impianto di climatizzazione.  

Cosa è emerso

Più di 400 i difetti riscontrati: il 71 per cento delle auto ne presentava almeno uno e quello più frequente (28% delle auto analizzate) è stato lo scarso livello di olio motore che può comportare la rottura del motore. Altri gap ricorrenti: l’usura delle spazzole e lo stato di carica della batteria non ottimale  Da qui l’importanza della manutenzione per non mettere eccesivamente mano al portafoglio e soprattutto per evitare rischi alla sicurezza. 

Commenta