15.9 C
Napoli
giovedì, 29 Febbraio 2024
  • Matrimonio ZF-TRW: dal 2017 nasce il colosso dell’aftermarket

    Sarà la seconda più grande organizzazione aftermarket operante come fornitore nel settore della componenistica automotive. La joint venture che sta per compiersi tra ZF Friedrichshafen AG TRW Automotive è davvero un passo significativo che lascerà un segno importante nel mercato mondiale del post vendita automobilistico: sempre più incline a forme strutturate di partenariato d’impresa. Il processo di acquisizione da parte di ZF di TRW, iniziato a maggio 2015, sta andando avanti a gonfie vele e l’unione fra le 2 divisioni commerciali (che saranno guidate da Helmut Ernst, numero uno del Gruppo tedesco  specializzato in ricerca, produzione e sviluppo di sistemi di trasmissione, gruppi sospensioni e parti sterzo) è ormai dietro l’angolo: sarà concretizzata ufficialmente a gennaio del prossimo anno.  Dunque dal 2017 le due entità coabiteranno nella divisione Tecnologia Active & Passive Safety. Il brand TRW verrà mantenuto come un marchio di prodotto, andando a rafforzare il portafoglio dei marchi del Gruppo: Sachs , Lemförder, Boge e Openmatics. Rilevanti i numeri di questo colosso della componentistica che si appresta a fare il suo debutto nel mercato aftermarket: 8.000 dipendenti nel mondo e un volume di vendite pari a circa 3 miliardi di euro. La nuova struttura, i marchi presenti nel portafoglio e i servizi associati saranno presentati, per la prima volta, all’edizione 2016 di Automechanika Francoforte. S.B.

     

     

     

      CARTA D’IDENTITA’

    Know-how lavorativo: ZF Services 4.200 dipendenti, TRW Aftermarket  3.800 dipendenti

    Fatturato (2015): ZF Services € 1.847 billion, TRW Aftermarket €1.000 billion

    Locations: ZF Services (77 locations, 75 logistics centers, 650 service partners) TRW Aftermarket (41 locations, 15 logistics centers, 22 technical centers)

     

     

     

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie