Ricambi auto

Innovation and service center LKQ in Polonia: un primo bilancio

Aperto dal 1° luglio, l’Innovation and service center LKQ in Polonia ha già una forza lavoro di 30 persone e guiderà la trasformazione digitale di LKQ in EuropaAperto dal 1° luglio, l’Innovation and service center LKQ in Polonia ha già una forza lavoro di 30 persone e guiderà la trasformazione digitale di LKQ in Europa.

La location scelta, Katowice, è apparsa una soluzione logica perché è in piena espansione, nel cuore della regione metropolitana della Slesia e in fase di passaggio da una tradizione industriale a un futuro digitale. Molto interessante è l’accento posto sull’opportunità per nativi ed esperti digitali qualificati rappresentata dall’Innovation and service center LKQ. Si promette infatti un ambiente all’avanguardia e con atmosfera internazionale e che offre la possibilità di lavoro a distanza. Katowice sta attraendo gli esperti digitali più qualificati della regione e anche al di fuori: ingegneri di sistema e applicativi, sviluppatori software, esperti di infrastrutture IT e amministrativi guideranno la trasformazione digitale con una visione internazionale.

 

Innovation and service center LKQ in Polonia è in tandem con l’India

La struttura di Katowice si aggiunge a quella, già consolidata e di successo, del centro LKQ di Bangalore, in India. Ora, con l’Innovation and service center LKQ in Polonia, l’area europea si potrà avvalere facilmente del potenziale innovativo della struttura di Katowice. Il binomio Katowice e Bangalore permetterà a LKQ di sviluppare le nuove tecnologie per offrire servizi all’avanguardia ai propri clienti e sostenere i buoni risultati di LKQ Europe. Serafino Bartolozzi, CEO di RHIAG, è fiducioso: “L'innovazione ha sempre fatto parte del nostro dna ed è molto forte il nostro impegno nello sviluppo di soluzioni innovative che garantiscano efficienza e redditività ai nostri clienti. Visto dalla prospettiva dell’Italia l'Innovation and Service Center LKQ in Polonia offrirà soluzioni digitali che consolideranno le nostre partnership con i clienti professionali”.

 

Aperto dal 1° luglio, l’Innovation and service center LKQ in Polonia ha già una forza lavoro di 30 persone e guiderà la trasformazione digitale di LKQ in EuropaL’Innovation and service center LKQ in Polonia guarda avanti

LKQ Europe ad oggi ha un organico di 26.000 persone, un network di i 1.000 filiali e ha circa fatturato circa 5,5 miliardi di dollari nel 2020. Il gruppo serve circa 100.000 officine indipendenti in oltre 20 paesi europei. LKQ Europe comprende le società Euro Car Parts, Fource, RHIAG Group, Elit, Auto Kelly, STAHLGRUBER Group e Atracco per la rigenarazione; la società ha anche una partecipazione nel gruppo Mekonomen. Arnd Franz (nella foto), CEO di LKQ Europe, ha evidenziato che “l’Innovation and Service Center LKQ in Polonia sperimenterà e svilupperà soluzioni digitali per i propri clienti. A Katowice si lavorerà per aumentare l’efficienza semplificando, digitalizzando e standardizzando i nostri processi interni e amministrativi, convogliandoli in un unico centro europeo altamente qualitativo che sarà il catalizzatore della nostra strategia di innovazione e digitalizzazione per l’aftermarket del futuro”. Franz, rispondendo a una domanda di un giornalista, he enfatizzato il fatto che “le batteria delle auto elettriche e ibride evolvono rapidamente nella chimica, nella forma delle celle, nel loro assemblaggio e così via. Siamo convinti che una parte importante sarà assunta dalla riparazione e il remanufactoring delle batterie anche se sembra che gli OEM oggi progettino le batterie in modo che non si possano riparare. Eppure sappiamo tutti che riparazione, ricostruzione e riciclo dei materiali sono i pilastri dell’economia circolare. Per l’aftermarket indipendente si potranno aprire opportunità e LKQ vuole essere parte di questo processo. Noi vogliamo essere al centro dell’elettrificazione, fornendo parti di ricambio, attrezzature e formazione ai nostri clienti perché possano prendersi cura dei veicoli elettrici e ibridi”.

Nicodemo Angì

Commenta