Ricambi auto

Tecnologia Bosch sulla nuova Maserati Levante Hybrid

Maserati sceglie Bosch come partner tecnologico per i suoi nuovi modelli elettrificati.Maserati sceglie Bosch come partner tecnologico per i suoi nuovi modelli elettrificati.

Dopo la Maserati Ghibli Hybrid lanciata a luglio 2020, infatti, anche la nuova Levante Hybrid è equipaggiata con i componenti e le tecnologie Bosch per l’ibridizzazione a 48 V, la sicurezza e il comfort.

I componenti Bosch per l’ibridizzazione della nuova Maserati


La multinazionale di Stoccarda fornisce i componenti chiave per l’ibridizzazione della nuova Levante Hybrid: batteria a 48 V agli ioni di litio, 48 V DC/DC converter e centralina elettronica controllo motore ECU. Questo pacchetto tecnologico, opportunamente calibrato, contribuisce ad aumentare le prestazioni e a ridurre le emissioni di CO2, recuperando l’energia in decelerazione e ottimizzando l’utilizzo del motore elettrico a supporto del motore termico.

Nello specifico, il lavoro sinergico di entrambi i sistemi di propulsione viene coordinato dalla centralina elettronica controllo motore ECU che contribuisce, tra l’altro, a contenere le emissioni del motore a combustione interna. Il 48 V DC/DC converter, invece, converte l’energia elettrica da 48 V a 12 V, consentendo di alimentare il resto dei dispositivi elettrici del veicolo. Inoltre, garantisce un’ottima efficienza volta a evitare dispersioni di energia. Infine, la batteria a 48 V agli ioni di litio è il componente centrale dei sistemi di propulsione ibridi a 48 V. Un'auto tradizionale disperde energia ogni volta che il guidatore frena. Il Boost Recuperation System immagazzina una parte di questa forza frenante nella batteria a 48 V restituendola in seguito quando il guidatore accelera. Così, è richiesta una quantità di carburante inferiore riducendo, di conseguenza, la quantità di CO2 nello scarico e contenendo i consumi.

Ibridizzazione accessibile a tutte le auto: la mission di Bosch...non solo per Maserati

Bosch ha avviato la produzione di questa tipologia di batterie nel 2018 presso lo stabilimento di Wuxi, in Cina. In poco più di un anno e mezzo ne sono state prodotte oltre 100.000 e, a partire dal 2022, le linee di produzione passeranno da due a quattro. Bosch prevede che, entro il 2025, quasi il 20% delle nuove auto vendute ogni anno in tutto il mondo sarà equipaggiato con sistema a 48 V e batteria abbinata. Per questo, l’azienda si impegna a integrare questa tecnologia in tutte le classi di veicoli per soddisfare i requisiti futuri sulle emissioni e offrire un’ibridizzazione accessibile

Commenta