Mondo

Sei calvo? Avrai più successo nella vita

Può sembrare un’eresia. Da sempre la calvizie è considerata un problema insormontabile per coloro che ne soffrono. Solitamente quando comincia la lenta e snervante caduta dei capelli, fenomeno più frequente nell’emisfero maschile, si tentano le cure più impensabili pur di limitare i danni. Ebbene, arriva dall’America un’iniezione di entusiasmo e positività grazie ad una ricerca condotta dall’ Università della Pennsylvania. Secondo tale ricerca gli uomini calvi sembrerebbero essere molto più virili ed avrebbero un aspetto dominante rispetto agli altri. Si è parlato addirittura di una maggior capacità di leadership e carisma. Gli studiosi hanno condotto tre esperimenti per testare la percezione verso gli uomini calvi o che si rasano la testa e in tutti e tre è emerso che i soggetti con la testa rasata sono percepiti leggermente più alti e circa il 13 per cento più forti rispetto a quelli dotati di capigliatura. Lo studio ha anche rivelato che gli uomini con capelli radi sono considerati come i meno attraenti e i meno potenti. Il responsabile della ricerca, Albert Mannes, ha indicato come possibile spiegazione dell'esito dell'indagine l'associazione che viene fatta tra l'uomo calvo e le immagini iper-virili dei militari, degli atleti professionisti o anche di star hollywoodiane come Bruce Willis. Nonostante possa sembrare stravagante questa indagine condotta dalla Wharton School è stata pubblicata persino dall’autorevole Wall Street Journal, che vi ha dedicato una pagina nella rubrica economica. Cinque esempi eloquenti sarebbero, secondo la testata giornalistica, la dimostrazione lampante dell’esito attendibile dell’indagine. Jeff Bezos, di Amazon, Jeffrey Katzenberg della Dreamworks, Steve Ballmer di Microsoft, Dan Akerson, di General Motors e Marc Andreessen di Andreessen Horowitz. Tutti Ceo, tutti uomini al comando. E tutti calvi. In Italia l'equazione uomo calvo uguale uomo potente pare funzionare meno.

 

FONTE: corriere.it
 

Commenta