23.3 C
Napoli
venerdì, 24 Maggio 2024
  • Sospensioni efficienti, cosa fare per tenerle in forma

    Sospensioni efficienti

    C’è solo da guadagnare se le sospensioni auto sono efficienti: l’automobile è più confortevole, la tenuta di strada è migliore e la frenata è potente e precisa.

    Cos’è la sospensione della macchina

    La sospensione di un’auto è un sistema cruciale che collega il veicolo alla strada, assorbendo e smorzando le irregolarità del terreno per garantire comfort e stabilità durante la guida. Composta da molle, ammortizzatori e altri componenti, la sospensione permette anche di mantenere un adeguato contatto degli pneumatici con l’asfalto, influenzando direttamente la maneggevolezza, la sicurezza e le prestazioni del veicolo.

    A cosa servono le sospensioni dell’auto

    In effetti il ruolo delle sospensioni auto non è semplice perché devono assorbire le irregolarità della strada mantenendo nello stesso tempo le ruote ben aderenti all’asfalto controllando inoltre i movimenti della carrozzeria.

    Tutte queste azioni devono anche conciliarsi con l’azione delle ruote sterzanti, che oggi possono essere anche quelle posteriori oltre a quelle anteriori.

    Come sono fatte le sospensioni dell’auto

    Un elemento essenziale delle sospensioni sono gli elementi elastici, che per la grande maggioranza delle automobili sono le molle elicoidali, che possono anche rompersi, con le barre di torsione e le molle a balestra ad avere una diffusione molto minoritaria. Uno dei fattori che mantengono le sospensioni efficienti è quindi il poter contare su molle elicoidali in buono stato: ce n’è una per ruota e sono progettate per durare quanto la vita utile dell’automobile.

    Qual è la differenza tra sospensioni e ammortizzatori

    Le sospensioni e gli ammortizzatori sono entrambi componenti cruciali del sistema di sospensione di un’auto, ma hanno funzioni diverse. Le sospensioni sono responsabili del mantenimento del contatto costante tra le ruote e la strada, migliorando così la stabilità e il comfort di guida. Gli ammortizzatori, d’altra parte, aiutano a controllare il movimento delle molle e a smorzare le vibrazioni, riducendo l’effetto di rimbalzo dopo i colpi e contribuendo alla stabilità generale del veicolo.

    Come capire se le sospensioni sono da cambiare: cause e sintomi

    Fra i motivi che possono indebolire o spezzare prematuramente le molle c’è la corrosione e anche urti o condizioni di lavoro fuori progetto causate da ammortizzatori o montanti McPherson rotti o deformati.

    Se si avverte un rumore metallico quando si supera un dosso, questo potrebbe essere un segno che una o più molle sono danneggiate, una situazione che va sanata per avere sospensioni efficienti.

    Sappiamo bene, poi, che ogni sistema sospensivo un minimo evoluto prevede anche un elemento smorzante perché il ritorno della molla dopo una sollecitazione genererebbe oscillazioni: l’ammortizzatore impedisce questi movimenti, simili a quelli di un pendolo, assorbendo l’energia elastica restituita dalla molla. Come detto più sopra la buona salute delle molle dipende anche da quella degli ammortizzatori e questo, insieme al fatto che essi durano meno delle molle, suggerisce di controllarli regolarmente.

    Per verificare lo stato degli ammortizzatori si può spingere su un angolo della carrozzeria, per comprimere le sospensioni, e verificare eventuali oscillazioni: se sono più di due questo potrebbe indicare che gli ammortizzatori sono “stanchi” come il fatto che l’automobile tenda a saltellare sulle asperità.

    Sappiamo che gli ammortizzatori prevedono pistoni che si spostano immersi in un olio speciale facendolo passare attraverso passaggi e valvole calibrati: fra le potenziali cause dell’usura degli ammortizzatori potrebbero esserci perdita di fluido o il danneggiamento delle suddette valvole.

    Come avere le sospensioni d’auto efficienti

    Le sospensioni di tipo McPherson sono centrate sul cosiddetto “montante” che supporta il mozzo ruota, agisce da braccio della sospensione e ospita sia la molla sia l’ammortizzatore.

    Se questo importante componente non funziona a dovere il funzionamento della sospensione può compromettersi notevolmente, per non parlare del fatto che un suo guasto può consumare precocemente altre parti della sospensione.

    Un segno che un montante si sta usurando è un abbassamento dell’automobile da un lato o un rumore metallico che si manifesta in particolare su terreni accidentati o dossi. Esso può essere causato da usura che permette movimenti anomali delle parti interne del montante stesso e che non permettono di avere sospensioni efficienti.

    Da esaminare è anche il cuscinetto che vincola il montante al duomo della sospensione consentendo però a quest’ultimo di girare: dato che il mozzo ruota è vincolato al montante, esso ha anche la funzione sterzante.

    Lo schema McPherson ci ha dato l’occasione di nominare i bracci delle sospensioni, componenti importanti quanto gli elementi elastici e gli ammortizzatori. Essi sono presenti anche nelle sospensioni attive, una volta riservate a veicoli top di gamma ma oggi disponibili anche in automobili medie.

    I bracci delle sospensioni hanno l’importantissima funzione di guidare i movimenti delle ruote con grande precisione assicurando nello stesso tempo il minimo attrito e in questi compiti hanno grande importanza anche gli snodi sferici e le boccole elastiche che permettono i movimenti delle varie parti.

    Se c’è qualche gioco di troppo, sintomo di usura, è possibile rilevare rumori metallici e imprecisioni nella sterzata che fanno capire che c’è qualche snodo da cambiare per ritornare ad avere sospensioni efficienti.

     

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie