22.4 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Condensatore Condizionatore

    Condensatore Condizionatore

    Funzionamento del condensatore

    Il condizionatore aria è un potente strumento a favore del comfort (e quindi della sicurezza): si tratta di un sistema complesso che ha nel condensatore un componente chiave. Per capire l’importanza di questo particolare dobbiamo ricordare brevemente il funzionamento del climatizzatore auto. Il ciclo nasce dal compressore, elettrico o trascinato dal motore tramite una cinghia, che mette in pressione uno speciale fluido refrigerante, la cui temperatura quindi aumenta fino a farlo evaporare.

    Il refrigerante caldo si raffredda attraversando il condensatore del condizionatore, ritorna allo stato liquido e passa poi attraverso l’essiccatore, nel quale vengono rimossi i contaminanti e l’umidità.

    A questo punto il refrigerante ad alta pressione, già raffreddato nel condensatore, viene fatto espandere da una valvola di espansione e, perdendo pressione, si raffredda ulteriormente raggiungendo una temperatura molto più bassa di quella dell’aria esterna.

    A questo punto entra nell’evaporatore, un piccolo radiatore attraversato dall’aria che entra nell’abitacolo dal sistema di ventilazione: il refrigerante raffredda l’aria esterna, molto più calda, e quindi aumenta la sua temperatura, ritornando allo stato gassoso.

    Siamo alla fine del ciclo: il fluido refrigerante ritorna al compressore e quindi nel condensatore del condizionatore: esso è spesso visibile, attraverso la mascherina anteriore, e riconoscibile perché simile al radiatore del raffreddamento ma più piccolo.

    La grandissima maggioranza dei condensatori funziona con lo schema detto poc’anzi, ossia usando l’aria atmosferica per abbassare la temperatura del refrigerante, ma si stanno diffondendo condensatori che usano il liquido di raffreddamento del motore, anziché l’aria ambiente, per compiere questa operazione. Il grande vantaggio di questa soluzione è che il condensatore del condizionatore può essere posizionato con più libertà nel vano motore e non necessariamente davanti al radiatore del raffreddamento motore.

    Questo beneficio è simile a quello ottenuto dagli intercooler raffreddati ad acqua ma c’è dell’altro: la gestione termica è comune e il radiatore del raffreddamento lavora meglio perché l’aria gli arriva direttamente.

    Installazione e manutenzione dei condensatori condizionatore

    Esistono anche condensatori multiflusso che modulano la fase gassosa e quella liquida del refrigerante in modo da aumentare le prestazioni di raffreddamento e conservarle anche nel caso il livello del refrigerante cali leggermente. Il condensatore dell’aria condizionata è generalmente installato davanti al veicolo, esposto quindi ai danneggiamenti delle collisioni frontali e agli urti con sassi e detriti presenti sulla sede stradale. La corrosione è un altro nemico del condensatore del climatizzatore, soprattutto nelle strade sulle quali viene cosparso il sale nei mesi invernali.

    Per mantenere l’efficienza del condensatore occorre quindi pulirlo con un getto d’acqua che non solo asporterà eventuali incrostazioni di sale ma porterà via anche polvere e sporcizia che, ostacolando il flusso dell’aria, diminuiscono l’efficacia della sua azione.

    Se un condensatore del condizionatore d’aria è danneggiato, il refrigerante fuoriesce e la climatizzazione smette di funzionare e può anche danneggiarsi perché il fluido contiene anche il lubrificante per il compressore, le valvole e altre parti mobili.

    Un condensatore danneggiato generalmente non può essere riparato e deve essere sostituito. Segni di perdite dal condensatore condizionatore sono residui verdastri a volte localizzati nelle giunzioni con i tubi del sistema di climatizzazione.

    La sostituzione di un condensatore per condizionatori d’aria, che fa parte del circuito del refrigerante, va fatta obbligatoriamente in officine specializzate in climatizzatori, dotate delle attrezzature che recuperano il refrigerante e lo ricaricano dopo il cambio del pezzo.

    Il ricambio in sé non è costosissimo: se di marca costa dai 60 euro in su ma la manodopera può incidere molto, considerando che in molte auto potrebbe essere necessario rimuovere il paraurti anteriore e molte altre parti per raggiungere il condensatore dell’aria condizionata.

    In ogni caso la banca dati di Inforicambi.it è ricca di condensatori condizionatore che coniugano affidabilità e prestazioni con prezzi onesti.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie