27.8 C
Napoli
lunedì, 17 Giugno 2024
  • RC auto, dove costa di più? Vediamo i casi di Milano e Napoli

    RC auto, dove costa di più? Vediamo i casi di Milano e Napoli

    Milano e Napoli, mondi lontani per l’RC auto?

    L’assicurazione non viene pagata volentieri perché, fortunatamente, non viene quasi mai utilizzata, nel senso che non si fanno sinistri. Il principio sul quale si basa è statistico-probabilistico: dato che gli incidenti sono rari ogni assicurato paga una somma piccola ma che, moltiplicata per milioni di assicurati, permette di coprire i costi di chi provoca incidenti anche gravi. Questo meccanismo è nato secoli fa a opera degli inglesi per assicurare le navi commerciali e il loro carico. Nel corso del tempo il tutto si è affinato e i criteri sono diventati più sofisticati per tutte le assicurazioni, compresa la RC auto.

    A parte le imposte e le coperture accessorie, il premio dipende da elementi quali il veicolo, l’anno di immatricolazione e il valore commerciale, il numero di sinistri con responsabilità, dove è solitamente parcheggiato il mezzo, l’età di chi guida, il numero di chilometri annui percorsi e la zona geografica di residenza. Anche in questo caso c’entrano la statistica e la probabilità: chi, per esempio, lascia l’auto per strada e fa molti km è più “esposto al rischio” di chi cammina poco e ha un garage. E la zona di residenza? Si è visto che in certe province il numero dei sinistri ogni tot veicoli è maggiore e quindi le probabilità che la compagnia debba indennizzare un danneggiato è maggiore rispetto a zone meno “sinistrose”. Il confronto di Milano e Napoli dà dei risultati molto diversi per le due aree urbane, con i premi medi molto più alti nell’area partenopea.

    Da dove vengono le differenze fra Milano e Napoli per l’RC auto?

    Dall’Osservatorio di Segugio.it vediamo che nella zona di Milano e provincia il prezzo medio dell’assicurazione auto è stato di 412 euro mentre restringendo la zona alla provincia l’importo del premio scendeva a 399 euro. Questi dati dalla media delle migliori offerte RC auto calcolate dagli utenti di Segugio.it residenti a Milano e provincia che hanno generato almeno una richiesta di assicurazione e con la stessa metodica sono stati calcolati i premi assicurativi medi del napoletano.

    I risultati sono ben diversi: il premio medio è di 707 euro e considerando solo la provincia esso sale e 736 euro. Nel caso di Napoli e provincia si tratta di un premio medio maggiore del 74,6 % rispetto alla media italiana mentre a Milano e provincia il premio medio è inferiore dell’8,68% rispetto al totale Italia.

    Si potrebbe pensare che nel traffico caotico di Napoli sia più probabile fare un incidente ma, sempre secondo l’Osservatorio, gli utenti del milanese che hanno dichiarato di non aver provocato sinistri negli ultimi 5 anni sono l’89,95% con una percorrenza media di 10.446 km.

    Gli stessi dati riportati a Napoli non appaio però molto diversi: gli utenti che hanno dichiarato di non aver provocato sinistri negli ultimi 5 anni sono addirittura di più – il 94,19% – con una percorrenza media paragonabile pari a 9.878 km. Allora perché questa discrepanza nei premi?

    C’è chi parla di sinistrosità nella media ma con costose frodi e imbrogli negli indennizzi, chi di un cartello delle compagnie che sfrutta la cattiva fama della zona e, in ogni caso, l’incidenza dei furti, molto alta a Napoli e Provincia, non rientra nel calcolo dei sinistri che sono oggetto delle polizze RC auto.

    In ogni caso questa disparità è macroscopica e rende più onerosa la gestione dei veicoli. Al riguardo si segnala un vero boom di veicoli con targa polacca i proprietari dei quali sono però italianissimi: essi sono intestati a società basate in Polonia e in questo modo si risparmiano molti euro sul premio della polizza: cosa accadrà in caso di sinistro?

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie