23.9 C
Napoli
giovedì, 23 Maggio 2024
  • Prasco: capire il mercato per essere vincenti

    DI STEFANO BELFIORE

    Da un lato, l’Italia con una capillare rete distributiva fatta di distributori e grossisti con cui si è avviata una partnership virtuosa. Dall’altro, l’Europa con diverse e solide collaborazioni commerciali che hanno spinto in maniera significativa il business aziendale nelle piazze d’affari tedesche, spagnole, inglesi e croate. Il risultato di questa doppia e parallela policy di espansione si chiama Prasco. L’impresa torinese, specializzata da più di 25 anni nell’aftermarket automotive su scala internazionale, è un chiaro esempio di come questo settore sia vissuto da realtà forti e robuste. Che sanno guardare lontano. Che sono in grado di supportare logisticamente il cliente, individuando e stringendo le giuste alleanze. Prasco raggruppa nella sua filosofia aziendale tutte queste caratteristiche. E guarda al futuro con grandi ambizioni.  “È nostra intenzione – annuncia Franco D’Amato (nella foto), Ad della company –  ampliare ulteriormente la rete distributiva, oltre ad inserire in gamma altri prodotti complementari alla carrozzeria. Stiamo, in più, stipulando nuovi contratti con le compagnie di assicurazione in Spagna ed Inghilterra, in aggiunta a quelli già esistenti”.
     

    La storia d’impresa ha inizio nel 1988. Un anno cruciale è il 2001, quando il Gruppo Tong Yang Industries di Taiwan, con cui Prasco collabora, dà il via a Torino al nuovo stabilimento, TYG EUROPE, per la produzione di paraurti, affidando all’azienda la distribuzione esclusiva. Da quel momento in poi come è cresciuta l’impresa?

    Tong Yang Group e Prasco hanno sviluppato insieme una gamma di prodotti di qualità superiore ad ogni altro fabbricante aftermarket mediante la realizzazione di un impianto produttivo modernissimo e certificando tutti gli articoli che vengono prodotti dallo stesso.
     

    Altro risultato importante lo si ottiene nel 2005 con la distribuzione esclusiva del brand Unicar, il più prestigioso fabbricante europeo di paraurti.

    Unicar è, ancora oggi, considerato il marchio più prestigioso di paraurti in Europa. Il gruppo Tong Yang ha rilevato brand e stampi e con questo marchio vengono distribuiti quasi tutti i paraurti prodotti in Italia.
     

    Esaminiamo adesso la politica di distribuzione. Per Prasco, una importante regola deontologica è offrire l'immediata disponibilità dei pezzi di ricambio necessari al ripristino dell'autovettura. Come è strutturato il magazzino?

    Più che di struttura, 34mila metriquadri di superficie utile e 17 porte di carico e scarico, importando circa 1.250.000 articoli ogni anno, è importante sottolineare la profondità della gamma Prasco che conta oggi circa 26mila articoli sempre disponibili a magazzino. La nostra azienda ha creato un concetto nuovo di supporto logistico alla propria clientela che oggi, nella maggior parte dei casi, non investe più nel proprio magazzino, attingendo giornalmente o con cadenza settimanale dallo stock Prasco.

     

    E come è sviluppata la rete distributiva al fine di soddisfare l’esigenza della vostra clientela?

    La rete Prasco è formata da distributori regionali e grossisti con i quali è stata creata una collaborazione importante e profonda basata sul rispetto delle posizioni di mercato di ciascun cliente. Vista la difficile morfologia geografica del mercato italiano e per rendere sempre più performante il servizio, Prasco ha recentemente acquisito la ditta Paoloni di Bologna come supporto e rinforzo logistico ai clienti del Italia centrale.

     

    Passiamo al fronte internazionalizzazione. La Prasco vanta una copertura capillare in Europa con filiali in Germania, Spagna, Gran Bretagna e Croazia. Perché, innanzitutto, la scelta di presidiare questi mercati? E quali risultati sono stati, finora, raggiunti?

    L’importanza dei mercati in funzione del parco circolante e del fatturato del Gruppo, è stata fondamentale nella scelta delle diverse filiali europee. L’acquisizione di ogni filiale è stata il coronamento di collaborazioni commerciali in essere da decenni con aziende che hanno contribuito alla crescita di Prasco nei 26 anni della sua attività commerciale.

     

    A maggio, parteciperete all’Autopromotec di Bologna. Quali novità aziendali saranno presentate?

    Da tempo sono allo studio nuove linee prodotto complementari a quelle esistenti che a breve saranno aggiunte all’attuale gamma Prasco. Al salone di Bologna sarà presentata la linea di maniglie, oltre al nuovo catalogo generale, un utensile di lavoro sempre meno considerato dalle aziende del settore.
     

    Da poco, la Prasco ha tagliato il traguardo dei venticinque anni di attività. Ora che risultati vuole raggiungere durante l’anno?

    È nostra intenzione ampliare ulteriormente la rete distributiva, oltre ad inserire in gamma altri prodotti complementari alla carrozzeria. Stiamo, in più, stipulando nuovi contratti con le compagnie di assicurazione in Spagna ed Inghilterra, in aggiunta a quelli già esistenti.

     

    CARTA D’IDENTITA’

    Nome: Prasco SpA

    Sede madre: via Volpiano 53, 10040 Leinì (TO) Italy

    Anno di nascita: 1988

    Amministratore Delegato: Franco D’Amato

    Ambito di mercato: aftermaket automotive

    Business: produzione di ricambi auto (paraurti, griglie modanature e spoilers,) e distributore europeo di cofani, parafanghi, frontali, rinforzi, locari, coprimotore, oltre a proiettori, fanali anteriori e posteriori, lucciole laterali, retrovisori)

    Mercato geografico: aftermarket internazionale

     

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie