Fiere ed eventi

Aftermarket e E-commerce: l'impatto sul mondo dei ricambi

Aftermarket e E-commerce. Gli acquisti online di Automobilisti e RicambistiAftermarket e E-commerce. Gli acquisti online di Automobilisti e Ricambisti.

E' lo studio realizzato da ANFIA-Aftermarket in collaborazione con GIPA che sarà presentato online questa mattina nel corso di una conferenza stampa. Interverranno Paolo Vasone, Coordinatore di ANFIA Aftermarket, per i saluti istituzionali, Carlo Covini, Responsabile Area Mercato Vettura di ANFIA-Aftermarket, che introdurrà i lavori, Marc Aguettaz, Managing Director GIPA.

Qual è il binomio tra l'aftermarket e le vendite digital?

Per la filiera produttiva automotive rappresentata da ANFIA, le vendite online già prima del 2020 erano una realtà importante e oggetto di attento monitoraggio, anche per ragioni di lotta alla contraffazione, sia nel comparto aftermarket che nel comparto motorsport. Con lo scoppio della pandemia, però, è diventato immediatamente chiaro che il mondo digitale sarebbe entrato con forza nel comparto della manutenzione e riparazione degli autoveicoli e in quello della distribuzione dei ricambi, richiedendo la massima attenzione e qualità del servizio nei confronti di tutti i clienti, B2B e B2C, e l'acquisizione di nuove competenze digitali, relazionali e commerciali. Il progetto, nato per iniziativa dell'Area Mercato Vettura-Web di ANFIA-Aftermarket, coordinata da Covini, e in risposta a un'esigenza espressa dalla base associativa, ha visto la costituzione di un mini-comitato di Associati formato da  Covini (SKF), Emanuele Castelnovo (ZF Group) e Stefano Monteleone (Metelli), che hanno avviato il confronto con GIPA per la definizione della struttura dei contenuti della pubblicazione e seguito passo passo il lavoro.

Aftermarket ed e-commerce: come è stato condotto lo studio di Anfia

Per restituire un'analisi efficace delle attività online delle due categorie di utenti presi in esame, sono state realizzate interviste CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing), che hanno coinvolto 305 ricambisti (110 con forza vendita e 195 ricambisti/accessoristi), e interviste CAWI (Computer Assisted Web Interview), con profilazione definita in base al metodo GiPA, a 1.004 automobilisti. A integrazione dei risultati così ottenuti, è stata condotta una ricerca di tipo più qualitativo attraverso il contatto diretto con una decina di importanti player del settore.

 

Commenta