22.4 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Quali sono le auto più rubate in Italia nel 2023?

    Fiat Panda - Quali sono le auto più vendute nei primi 3 mesi del 2024?

    Nessun allarmismo ma i dati sui furti di auto in Italia parlano chiaro.

    La ricerca “Stolen Vehicle Recovery 2024” curata dall’Osservatorio di LoJack, la società americana leader nel recupero di veicoli rubati, ha individuato  i dieci modelli di auto maggiormente sottratti sulle nostre strade, una classifica delle auto più rubate.

    Classifica auto più rubate 2023

    La ricerca ha tenuto conto di oltre 550 mila dispositivi installati a bordo di veicoli in circolazione in Italia ed è emerso che tra le vetture maggiormente appetibili dai ladri, vi sono:

    • Fiat Panda
    • Fiat 500
    • Citroen C3
    • Lancia Ypsilon
    • Smart Fortwo.

    Per quanto riguarda i SUV invece, il primato è detenuto dalla Toyota Rav4, seguito dalla Toyota C-HR, dalla Fiat 500X, dalla Jeep Renegade e dalla Peugeot 3008.

    Gli analisti di LoJack si attendono, purtroppo, una recrudescenza del fenomeno nel 2024: le difficoltà di trasporto nell’area del Mar Rosso stanno comportando infatti una carenza di componenti e ricambi sul mercato. Da qui la possibilità di un ulteriore aumento dei furti di vetture nelle città che potrebbero riguardare anche solo singoli pezzi di veicoli.

    Un fenomeno in parte osservato nel 2022, a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina e della conseguente crisi nell’automotive che aveva portato nel 2023 ad un aumento dei furti del 5 %.

    Si consolida la tendenza dei crimini messi a segno anche grazie al supporto di strumenti hi-tech, in primis attraverso la clonazione della chiave che permette di rubare il veicolo in pochi secondi senza lasciare alcun segno di effrazione.

    Una volta rubati, questi mezzi seguono diversi mercati di sbocco: su tutti, la rivendita sul territorio nazionale o il trasporto in altri Paesi dell’est Europa per un nuovo proprietario.

    Intanto facendo nuovamente riferimento al 2023 – è troppo presto infatti per tirare le somme sul 2024 – è emerso che complessivamente, 9 episodi su 10 avvengono in quattro regioni a bollino rosso, in cui questa piaga assume dimensioni uniche a livello europeo: Campania (quasi 1 furto su 3)

    • Lazio (24%)
    • Puglia (20%)
    • Lombardia (14%).

    Una polarizzazione del fenomeno che negli anni è diventata sempre più evidente e che in questi territori comporta tra l’altro, un conseguente boom dei costi assicurativi.

    A cura di Valeria di Giorgio 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie