Automotive

Suzuki: primi cento anni all'insegna della qualità

Importante anniversario per Suzuki che festeggia il centenario della sua costituzione.

Un brand che ha sempre costruito il suo successo su qualità e visione del futuro, lancia nuove sfide forte di un passato costellato di grandi traguardi.  

Una storia coronata di grandi successi dunque, iniziata nel 1909 quando Suzuki realizzò un telaio innovativo, capace di lavorare i tessuti in maniera innovativa.

Nel 1920 viene costituita la Suzuki Loom Manufacturing Co e da li una veloce crescita sino alla leadership mondiale del settore.

 Il 1965 l’ingresso  nel mondo dei motori fuoribordo, con il lancio del modello D55.

Nel 1970 il lancio della prima 4x4 la LJ10.

Un anno dopo ecco la moto  che già all'epoca presentava una tecnologia avanzatissima con il raffreddamento a liquido e un sistema di lubrificazione separata.  

Una seconda pietra miliare è poi la Katana nella versione 1100 nel 1981 e dopo appena 7 anni  la Vitara pioniera del segmento delle SUV compatte, prima fuoristrada con sospensioni automobilistiche.

Non solo quattro ruote ma anche due ruote. Il 1998 è infatti anche l'anno del  Burgman 250, il primo maxi scooter che proponeva il concetto di comfort nella guida.  

Oggi la grande scommessa è la Ignis Hybrid che lancia la grande sfida nel mondo dei modelli ibridi. Un quattro cilindri da 1.2 litri, rivisto per  l'omologazione Euro 6D  e forte di 83 CV e 107 Nm di coppia massima a 2.800 giri.

Il segreto del successo ? La qualità e la visione anticipata del futuro. Anno 2020: il successo di Sukuzi continua...

Marco Lasala 

Commenta