23.3 C
Napoli
venerdì, 24 Maggio 2024
  • STLA Large di Stellantis, la base per modelli top di ogni tipo

    STLA Large di Stellantis

    Incontriamo STLA Large, la piattaforma flessibile di Stellantis

    Sarà la base per un’ampia gamma di veicoli del gruppo Stellantis nei segmenti D ed E: la piattaforma STLA Large nasce infatti con una vocazione globale. In effetti i modelli che nasceranno da essa saranno inizialmente destinati al mercato nordamericano, portando i marchi Dodge e Jeep, seguiti da marchi quali Alfa Romeo, Chrysler e Maserati.

    L’architettura STLA Large di Stellantis sarà la base per sviluppare otto modelli di cinque marchi entro il 2026: i primi saranno adottati inizialmente nel mercato nordamericano da Dodge e Jeep, seguiti da automobili Alfa Romeo, Chrysler e Maserati. La tipologia di carrozzeria delle novità non è ancora stata comunicata ma si è posto l’accento su una flessibilità tecnologica “che consente di realizzare un’ampia varietà di veicoli”, dai SUV ai crossover fino alle berline. Voci di corridoio parlano della Stla Large come base di automobili Alfa Romeo (le eredi di Giulia e Stelvio e l’ammiraglia di segmento E), della nuova generazione delle Maserati Levante e Quattroporte e della Jeep Wagoneer S.

    Pensiamo quindi che possa interessare agli operatori aftermarket approfondire le particolarità delle STLA Large, una piattaforma che sarà vestita con carrozzerie di prestigiosi marchi italiani e stranieri. STLA Large è una delle quattro piattaforme globali di Stellantis – Small, Medium, Large e Frame – ed è la seconda che viene svelata dopo STLA Medium, presentata nel luglio 2023 e già usata nella nuova Peugeot 3008; essa sarà prodotta in diversi stabilimenti in Europa e Nord America. Una delle sue particolarità più salienti è l’essere multi-energia: le automobili che la usano potranno infatti essere 100% elettriche, ibride o con powertrain a combustione interna convenzionali.

    La piattaforma STLA Large promette caratteristiche notevoli per quantità di energia disponibile a bordo, efficienza di ricarica, dinamica di guida e la compatibilità con le specifiche Trail Rated per il fuoristrada estremo.

    La flessibilità della piattaforma STLA Large permette ai progettisti di definire il passo, la lunghezza e la larghezza complessiva del veicolo, l’altezza da terra e anche quantità meno “appariscenti” quali sospensione differenti e dimensioni quali gli sbalzi anteriore e posteriore e la distanza tra il centro delle ruote anteriori e i piedi del guidatore.

    L’architettura STLA Large di Stellantis è multi-energia

    In effetti la lunghezza del veicolo può variare da 4,76 a 5,13 metri, la sua larghezza fra 1,90 e 2,03 metri e il passo (comunque notevole) è selezionabile fra 2,87 e 3,07 metri; anche l’altezza da terra può variare ampiamente – il range è 140 – 288 millimetri – mentre il diametro massimo degli pneumatici può arrivare fino alla gigantesca misura di 32,6 pollici! Grazie all’utilizzo di materiali innovativi ad alta resistenza, questa piattaforma è ottimizzata per peso e rigidità e promette la massimizzazione dello spazio sia dell’abitacolo sia bagagliaio. Il climatizzatore, lo sterzo, l’impianto frenante e il powertrain (l’inverter inpiega semiconduttori SiC – carburo di Silicio – per ridurre al minimo le perdite di potenza) sono progettati per ridurre al minimo il consumo energetico e migliorare l’autonomia.

    La piattaforma STLA Large è nativamente elettrica ed è flessibile riguardo la scelta della tensione di lavoro – 400 o 800 volt – mentre i moduli motore sono tre-in-uno perché incorporano il motore, l’inverter di potenza e il riduttore a ingranaggi; sono possibili soluzioni a trazione anteriore, posteriore o integrale. ma sono implementabili anche soluzioni più tradizionali. In base agli obiettivi di ogni veicolo, STLA Large può essere dotata di differenziali a slittamento limitato o disconnessione delle ruote: si può quindi puntare al miglioramento delle prestazioni o alla riduzione della resistenza meccanica per migliorare l’efficienza e quindi l’autonomia.

    La piattaforma verrà proposta inizialmente con batterie in tagli fra 85 e 118 kWh e autonomia fino a 800 km: la ricarica rapida della batteria da 800V aggiungerà fino a 4,5 kWh al minuto e quindi, calcolando una percorrenza di 4,5 km/kWh, in 15 minuti si aggiungono circa 300 km di autonomia. Valori interessanti anche se il ritmo della ricarica scenderà man mano che ci si avvicina alla carica massima. Nello scorso marzo Carlos Tavares, CEO di Stellantis, aveva detto che le piattaforme STLA Large e Medium sarebbero arrivate a Cassino e a Melfi, un’esclusiva italiana.

    Ricordiamo che STLA Large supporta anche sistemi di propulsione ibridi e a combustione interna senza compromettere le capacità del veicolo: un meccatronico potrebbe quindi veder un fuoristrada ibrido e una berlina elettrica accomunati dall’avere la piattaforma STLA Large, che andrà quindi conosciuta bene. .

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie