10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • NORMATIVA NASTRI RIFLETTENTI

    L’ ECE/ONU n.104 stabilisce le linee guida per l’applicazione delle strisce retro-riflettenti sulla sagoma di motrici e rimorchi, al fine di garantire la loro visibilità e quindi la sicurezza.

    Perché applicare i nastri retro-riflettenti?
    I benefici che derivano dalla delineazione della sagoma dei veicoli sono molteplici:

    – Meno incidenti
    – Maggiore sicurezza del veicolo
    – Minore tempo perso per le riparazioni del veicolo
    – Meno costi in caso di incidente
    – Meno danni ai carichi di alto valore
    – Una migliore immagine aziendale

    Il decreto 27 dicembre 2004 Ministero delle Infrastrutture pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23-02-2004 ha fissato le caratteristiche di omologazione degli evidenziatori retroriflettenti per la segnalazione dei veicoli pesanti e lunghi e dei loro rimorchi.
    Tutti i veicoli ed i rimorchi adibiti al trasporto di cose con massa complessiva a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate dovranno essere dotati di detti delineatori:

    Dal 01 Aprile 2005:
    Per i veicoli di nuova immatricolazione

    Entro il 31 Dicembre 2005:
    Per tutti gli altri veicoli circolanti

    Quali colori?
    La normativa italiana prevede l’applicazione del nastro retroriflettente di colore bianco o giallo sulla parte lateriale del veicolo, e di colore giallo o rosso se invece applicato nella parte posteriore del veicolo. I colori dei nastri rifrangenti previsti dal Regolamento ECE/ONU n. 104 per la classe “C” di cui è previsto inoltre l’obbligo del marchio europeo “E” sul nastro ad ogni 50 cm sono: branco, giallo e rosso.

    1:
    Lato: Giallo
    Retro: Rosso

    2:
    Lato: Giallo
    Retro: Giallo

    3:
    Lato: Bianco
    Retro: Rosso
    Nella maggior parte dei paesi europei la combinazione di colori più in uso è il rosso per il retro e il giallo per la fiancate.

    Cos’è il marchio E?
    Il marchio E è la garanzia che i nastri riflettenti siano conformi al Regolamento ECE/ONU n.104: il marchio deve essere chiaramente visibile sul nastro e deve essere ripetuto ogni 50 cm minimo; i primi caratteri del numero che appare nell’ultima riga devono essere “104 R”. E’ importante sapere che esiste una certificazione per il materiale per superfici telonate ed una certificazione per i materiali per superfici rigide.
    Prima di applicare il nastro sul vostro veicolo assicuratevi del fatto che chi ve lo sta vendendo abbia la “carte in regola”, marchiatura E come abbiamo già detto, ed inoltre fatevi mostrare se fosse necessario il certificato rilasciato da un Ente preposto dalla normativa internazionale a tale scopo.

    Come posizionare i nastri retroriflettenti sul veicolo: Allegato A decreto Ministero Infrastrutture Trasporti 27/12/2004

    Es. 1: Contorna della sagoma del veicolo
    Es. 2: Marcatura lineare del veicolo

    1. Gli evidenziatori retroriflettenti da applicare appartengono alla classe “C” definita nel regolamento ECE/ONU n. 104
    2. Gli evidenziatori retroriflettenti devono essere applicati in maniera da rendere visibile l’intera lunghezza e larghezza del veicolo.Per intero si intende almeno l’applicazione sull’ 80% della lunghezza e della larghezza del veicolo del nastro rifrangente.
    3. Gli evidenziatori devono essere applicati in maniera continuativa e senza interruzioni. In caso di superfici flessibili (ad esempio il telone) al fine di permettere l’apertura e la chiusura del telone è consentito l impiego di evidenziatori retroriflettenti segmentati. La distanza tra un elemento segmentato e l’altro non deve essere maggiore di 1 cm . In casi particolari di superfici grecate, estremamente irregolari, è consentita una spaziatura maggiore a condizione che: l’intera lunghezza o larghezza del veicolo siano sempre percettibili il più possibilmente come continui, in tal caso la distanza fra i singoli elementi retroriflettenti non deve superare il 50% della lunghezza dell elemento retroriflettente più corto.(i.e. se l elemento riflettente più corto fosse 30 cm la spaziatura massima consentita sarebbe di 15 centimetri ).

    4. L’altezza minima alla quale è possibile applicare il nastro retroriflettente è di 250 mm dal suolo,quella massima è di 1500 mm , tuttavia nel caso che le caratteristiche del veicolo non rendono possibile il rispetto di una altezza massima di 1500mm è consentita l’applicazione del nastro sino ad una altezza di 2100 mm . Nel caso di bordatura completa della sagoma il limite dell’altezza massima, pari a 1500 mm , si applica alla striscia riflettente che viene posizionata alla quota più bassa rispetto il suolo.
    5. Gli evidenziatori retroriflettenti devono essere di colore bianco o giallo se applicati lateralmente al veicolo. Gli evidenziatori applicati posteriormente devono essere gialli o rossi.
    6. La distanza minima tra il materiale retroriflettente montato sul retro del veicolo e ciascuna luce d’arresto deve essere pari o superiore a 200 mm .

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie